Aduna Volley, prima sconfitta stagionale: il derby sfugge al tie-break

Aduna Volley, prima sconfitta stagionale: il derby sfugge al tie-break

di Gianmarco Zandonà

Weekend amaro per l’Eraclya Aduna Padova, che cede in trasferta per 3-2 al Volley Eagles Vergati nel derby padovano dell’ottava giornata di B2 femminile. La squadra di Lorenzo Amaducci, dopo esser stata per due volte in vantaggio (0-1 e 1-2), è costretta al tie-break come una settimana fa: stavolta però il derby sfuma all’ultimo set. In un colpo solo alle ragazze dell’Aduna sfuggono l’imbattibilità e il primato in classifica: la nuova capolista del girone D è ora l’Asolo, a un punto dalle padovane. La sfida al vertice tra le due squadre sabato prossimo a Casalserugo si preannuncia una battaglia: l’Eraclya Aduna vuole rialzarsi e riprendersi la vetta davanti ai propri tifosi.

LA PARTITA

(cronaca dal sito ufficiale di Aduna Volley)

Eraclya schiera Rossi alzatrice e  Mattiazzo opposto, Volpin e Fanelli centrali, Tolin e Angelini schiacciatrici, Stocco primo libero. Così le Eagles di coach Riccardo Riato: Ferrari-Biotto in diagonale, Elena Bandiera-Pinato al centro, Gottardo-Forzan in posto quattro, Bertoline Destro liberi.

Break inaugurale di Aduna sulla battuta di Angelini (2-4). Muro di Pinato per la parità (4-4), Gottardo mette la freccia (5-4), Ferrari (ace) fa 7-4. Mattiazzo-Volpin, tornano sotto le ospiti (12-11), che impattano poco dopo con Angelini e Tolin (13-13). Di nuovo al comando le Eagles con Elena Bandiera e Biotto (muro), 18-15, time Amaducci. Angelini tiene viva Eraclya, anche se il pari giunge grazie a due errori delle locali (20-20, time Riato). Ancora Angelini (20-21), ace di Mattiazzo (20-22, le Eagles inseriscono Marcato per Forzan), quindi botta di Volpin e bis in battuta del capitano ospite (20-24). Quattro palle set, la squadra di casa ne annulla due (22-24, time Amaducci), ma sbaglia la battuta successiva: 22-25, 0-1 Aduna.
Seconda frazione, l’ace di Angelini e il muro di Rossi regalano l’immediato vantaggio alle ospiti (1-4). Le Eagles accorciano grazie all’ace di Bandiera (3-4), Aduna risponde prontamente con Fanelli, una presenza in attacco come a muro (5-8). Fasi convulse di gioco, Eraclya accumula errori su errori e scivola a meno due (14-12, time Amaducci), Bandiera la punisce con un altro servizio vincente (16-12). Riecco Fanelli, due volte (attacco e muro per il 17-15), poi l’ace di Rossi per il 17-17. Entra Marcato (per Forzan) e spinge avanti le Eagles (20-18), Angelini (doppietta) le riacciuffa (20-20), siglando anche il sorpasso (21-22, secondo time Riato). Rettilineo finale, le squadre sono gomito a gomito. Aduna non concretizza la prima palla set a disposizione (23-24), le Eagles sì: 26-24, 1-1.
Terzo set, confermata Marcato tra le padrone di casa, a cui riesce l’abbrivio iniziale (5-3). Tolin-Mattiazzo, Eraclya c’è (7-7). Angelini accende la miccia delle ospiti (8-10), aggiungono benzina Mattiazzo (8-11), Volpin (muro del 9-13 e attacco del 9-14), Tolin (10-16). Aduna ha un piccolo calo di tensione, ci pensa Fanelli a ristabilire il giusto livello di adrenalina (doppietta per il 14-20 e muro del 16-21). Le Eagles provano il tutto per tutto, aiutate da un paio di sbavature ospiti (19-22, time Amaducci). Sul 20-22 di Gottardo Eraclya vara il doppio cambio Canola-Rampazzo per Rossi-Mattiazzo. A volte ritornano, Angelini di nuovo protagonista nel momento cruciale: muro e due ace di fila, 20-25, 1-2 Aduna.
Partono meglio le Eagles nel quarto parziale (7-3 con Ferrari al servizio), Eraclya ha le polveri bagnate in attacco. Coach Amaducci butta nella mischia Canola (8-4, out Rossi), mentre sul 10-5 (ace di Pinato) chiama tempo. Finalmente la reazione, Angelini e Volpin (muro) per il 10-7. Mancano le contromisure per fermare Bandiera (12-8), ma Aduna ha le battute mortifere di Angelini dalla sua (12-11, time Riato). Pari e sorpasso (una magia in diagonale) di Tolin (12-13), Volpin azzanna la successiva palla vagante (12-14, Forzan sostituisce Gottardo). Il derby è infinito, improvvisa fiammata Eagles innescata dalla battuta al veleno di Ferrari e ribaltone (19-15, time Amaducci). Le padrone di casa vogliono il tie-break e lo ottengono a suon di difesa e contrattacco, nonostante l’ultimo disperato assalto delle ospiti (due ace di Fanelli): 25-21, 2-2.
Battaglia serratissima anche al quinto, si va al cambio campo sul 7-8 per Aduna, sempre guidata da Canola in regia. Ace di Volpin, mani-out di Tolin, time Eagles (7-10). Ace anche per Bandiera (9-10, time Amaducci), il pari lo firma Marcato (11-11). Siamo agli scambi conclusivi, Bandiera consegna la palla match alle aquile di Sarmeola (14-13), Forzan la trasforma subito a muro: 15-13, 3-2 Eagles.

A fine gara queste le considerazioni di Lorenzo Amaducci, tecnico di Eraclya: “Dispiace molto aver perso, perché ce la siamo giocata alla pari. Va detto però che le Eagles sono state superiori nei fondamentali, ricezione in primis; noi abbiamo commesso oltre 30 errori gratuiti, in pratica abbiamo regalato un set e mezzo all’avversario. La speranza è questa sconfitta ci possa aiutare a migliorare dal punto di vista mentale per le prossime gare”.

Sulla stessa linea il capitano Francesca Volpin, che usa parole da leader per archiviare questo passo falso e pensare già esclusivamente alla sfida infuocata di sabato prossimo: “Abbiamo sbagliato tanto soprattutto in battuta, abbiamo perso la bussola sulle cose che di solito ci vengono più facili. Peccato per la prima sconfitta stagionale arrivata una settimana prima della partita contro l’Asolo, però abbiamo portato a casa un punto che ci permette di rimanere là. Adesso puntiamo tutto alla prossima e giocheremo col coltello tra i denti”.

TABELLINO
Volley Eagles Vergati-Eraclya Aduna Padova 3-2 (22-25, 26-24, 20-25, 25-21, 15-13)

Battute punto/errori: Eagles 8/15, Aduna 11/15; Ricezione: Eagles 54%, Aduna 45%; Attacco: Eagles 31%, Aduna 38%; Muri punto: Eagles 10, Aduna 9.

Volley Eagles Vergati: Elena Bandiera 18, Pinato 13, Gottardo 12, Marcato 9, Biotto 8, Forzan e Ferrari 4, Elisabetta Bandiera, Rampazzo, Azzi e Ruffato NE ; liberi: Destro e Bertolin. Coach: Riccardo Riato.

Eraclya Aduna Padova: Angelini 21, Tolin 19, Volpin 15, Fanelli e Mattiazzo 12, Rossi 3, Rampazzo e Canola 0, Celegato NE; liberi: Stocco e Montaguti. Coach: Lorenzo Amaducci.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy