Baseball, “fuori campo” spacca il lunotto di un auto: chiuso il campo del Plebiscito

Baseball, “fuori campo” spacca il lunotto di un auto: chiuso il campo del Plebiscito

La società padovana, sfrattata, costretta a giocare le partite in casa a Vicenza

Un “fuori campo” costato molto caro alla Padova Baseball, società sportiva della città che milita nel massimo campionato italiano di Baseball. A causare la chiusura completa dell’impianto (il diamante del baseball, quello del softball e la struttura coperta realizzata dalla società), a due giorni dall’inizio del campionato, una denuncia a seguito di un episodio avvenuto qualche giorno fa, durante il Memorial De Lazzari: una pallina uscita dal campo, appunto per un “fuori campo”, ha colpito il vetro di un auto che stava transitando dentro il parcheggio del Plebiscito, verso le piscine. Problematica ben nota alla società, quella delle reti di recinzione non abbastanza “protettive”. Ieri, giovedì, si è svolto un incontro d’urgenza tra il Commissario straordinario di Padova De Biagi, il presidente della FIBS (la federazione di Baseball) e la dirigenza della Padova Baseball: l’utilizzo dell’impianto per gli incontri della massima serie di baseball sarà possibile entro la prima decade di giugno, dopo l’effettuazione dei primi, indispensabili lavori per la messa in sicurezza dell’impianto stesso. Il Comune di Padova ha inoltre presentato un progetto per ulteriori adeguamenti che verranno eseguiti successivamente al fine di chiudere definitivamente una questione aperta da diversi anni. Intanto le partite casalinghe del campionato la Padova Baseball dovrà giocarle in trasferta a Vicenza.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy