Il Cus Padova compie 70 anni: iniziano i festeggiamenti

Il Cus Padova compie 70 anni: iniziano i festeggiamenti

Sono passati settant’anni. Era la primavera del 1946 e nella città del Santo si riunirono i rappresentanti sportivi delle Università di Bologna, Genova, Milano, Parma, Pavia, Torino, Venezia e naturalmente Padova, costituendo il Cusi, il Centro Universitario Sportivo Italiano, da cui poi presero vita gli organi territoriali. Il Cus Padova nacque così. Per celebrare questo importante anniversario, la polisportiva universitaria inizia con i primi due appuntamenti un ciclo di eventi che si protrarrà per tutto il 2016. Il primo è in programma sabato, in concomitanza con l’assemblea annuale del Cusi, che coinvolgerà i 49 Centri universitari presenti nel territorio italiano. L’incontro inizierà alle ore 10, ospitato nell’aula magna di palazzo del Bo, con gli interventi, tra gli altri, del rettore Rosario Rizzuto, del sindaco Massimo Bitonci, del segretario federale del Coni Roberto Fabbricini, del presidente del Cusi Lorenzo Lentini e del presidente del Cus Padova Roberto Zanovello. Si proseguirà mercoledì 18 maggio con una giornata ricca di attività, aperta a tutti e a ingresso gratuito. Appuntamento negli impianti di via Corrado a partire dalle 17.30. In cartellone le fasi finali dei Ludi del Bo, i tornei dedicati agli studenti e ai dipendenti universitari, per calcio a 5, volley misto, basket, ultimate frisbee, palla tamburello e volo a vela. Alle 20, al termine degli incontri, via al pasta party e al dj-set, presente uno speaker d’eccezione come Moreno Morello, inviato del programma di Canale 5 “Striscia la notizia” e già valido quattrocentista proprio per i colori amaranto-oro. D’altra parte è un compleanno che merita di essere festeggiato: il Cus rappresenta la più articolata realtà sportiva presente nella provincia. A dirlo, in fondo, sono gli stessi numeri, perché i suoi tesserati sono all’incirca 5.000, divisi tra i 900 atleti delle 12 sezioni agonistiche, gli oltre 1.400 studenti che ogni anno partecipano ai Ludi e ai Campionati nazionali universitari e gli iscritti ai numerosi corsi ricreativi. Negli anni sono stati molti i campioni di livello internazionale che hanno indossato la divisa della società. Tra questi, solo per citare alcuni nomi, Franca Peggion, prima donna padovana a partecipare ai Giochi Olimpici, a Melbourne 1956. Ma anche Giovanni Evangelisti, Francesca Bortolozzi e Rossano Galtarossa. (Da Il Mattino)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy