Rugby, clamoroso al Valsugana: via Battistin, dentro Roux

Rugby, clamoroso al Valsugana: via Battistin, dentro Roux

Un vero e proprio terremoto per il Valsugana Rugby Padova. La società biancazzurra ha esonerato Alessandro Battistin, il tecnico della prima squadra che sta lottando per la salvezza nella Poule retrocessione 2 di Serie A. Come ufficializzato ieri, la dirigenza ha deciso di affidare la panchina a Polla Roux, director of rugby del club di Altichiero presieduto da Fabio Beraldin. La difficile scelta del Valsugana arriva a quattro giornate dal termine del campionato, nel tentativo di dare uno scossone ai giocatori e una sterzata a una stagione che rischia di finire decisamente peggio rispetto alle previsioni iniziali. «La decisione è maturata alla luce della difficile posizione in classifica del First XV ai fini della permanenza in Serie A, con l’intento di trasmettere agli atleti nuovi stimoli e motivazioni attraverso il cambio di allenatore, per affrontare con più risolutezza le ultime quattro giornate di campionato», scrive la società di Altichiero, «Il Valsugana esprime sincera gratitudine ad Alessandro Battistin, per la passione e l’impegno con cui ha sempre operato in seno al club, e augura a Polla Roux buon lavoro per il difficile nuovo compito che gli è stato affidato in quest’ultimo scorcio della stagione 2015/2016». La scelta, comunicata ufficialmente ieri, è stata presa la settimana scorsa. Fatale per Battistin è stata l’ultima sconfitta casalinga, patita di un solo punto contro il Valpolicella, che ha fatto scivolare al penultimo posto i biancazzurri. Al termine di quell’incontro il tecnico biancazzurro aveva protestato vivacemente nei confronti del direttore di gara per alcune decisioni che a suo dire avevano condizionato il risultato dell’incontro, lamentandosi e finendo per subire una squalifica di 3 mesi da parte del giudice sportivo. La dirigenza del club si è espressa per il passaggio di consegne, affidando la prima squadra a Roux che dal martedì successivo ha iniziato ad allenare insieme al resto dello staff tecnico che invece è stato confermato. Per Battistin si chiude un ciclo di quattro anni al servizio del club di Altichiero, portato dalla B alla A al primo tentativo e poi fatto crescere per due stagioni a buoni livelli, sfiorando addirittura i playoff lo scorso anno, prima di incespicare in una serie di infortuni e sconfitte evitabili nell’ultimo campionato. Passi falsi che alla lunga hanno logorato il gruppo, creando malumori per il rendimento e i rimborsi di alcuni elementi, e minato la fiducia di cui aveva goduto l’head coach negli anni precedenti. A quattro giornate dal termine e con i giochi per la salvezza ancora apertissi, con cinque squadre in quattro punti, non è sicuramente una scelta presa a cuor leggero. Di certo è un messaggio forte per chi dovrà scendere in campo per rappresentare il club nei prossimi decisivi confronti. La squadra dovrà battere un colpo già questa domenica, andando a giocare in trasferta di Paese, ultimo in classifica, nel primo di quattro spareggi per non retrocedere. (Da Il Mattino)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy