Torna la Coppa del Mondo di sciabola con il Trofeo Luxardo

Torna la Coppa del Mondo di sciabola con il Trofeo Luxardo

di Redazione PadovaSport.TV

Torna a Padova il meglio della scherma mondiale: dal 2 al 4 febbraio la Kioene Arena ospiterà infatti la 61. edizione del Trofeo Luxardo, valida come prova di Coppa del Mondo di sciabola maschile.
«Presentare un avvenimento come questo per me è un’emozione – spiega l’assessore allo Sport – Un evento di livello mondiale con una grande storia, punto di forza dello sport padovano e della scherma italiana: il Trofeo Luxardo è un motivo d’orgoglio e di soddisfazione. Per questo sono grato agli organizzatori cui va il mio plauso». A presentare il Trofeo Luxardo a Palazzo Moroni, assieme all’assessore allo Sport, c’erano il presidente regionale del Coni Veneto, Gianfranco Bardelle, il consigliere federale della Fis, Alberto Ancarani, il presidente regionale Fis, Guido di Guida, il direttore del torneo, Alessandro Cecchinato e l’ideatore e patron della manifestazione, Franco Luxardo.
«Spesso diamo per scontate queste manifestazioni con una grande storia – sottolinea Ancarani – Invece per arrivare a celebrare la 61. edizione di una gara di Coppa del Mondo servono impegno, competenza, tradizione. Come federazione siamo contenti di avere gare di Coppa in Italia. La nazionale arriverà qui motivata e determinata a fare bene per onorare la prova padovana».
Alla Kioene Arena nei tre giorni di gara (tutti a ingresso gratuito) sono attesi 208 atleti di 40 paesi per la prova individuale e 23 nazionali. Venerdì 2 febbraio dalle 12 sono previste le eliminatorie. Sabato dalle 11 tabellone a 64 della prova individuale con finale prevista per le 17. Domenica sarà riservata alla prova a squadre con l’inizio delle sfide alle 9 e finale alle 16.30.
«Uno degli aspetti più belli di questo Trofeo – conclude Franco Luxardo – è la grande presenza di pubblico sugli spalti. Siamo convinti che sarà così anche quest’anno. A Padova esiste una tradizione radicata, che si è sviluppata grazie a dei grandi maestri. In pedana vedremo grandi sfide, con Corea e Ungheria come favorite, ma sono convinto che anche gli azzurri ci proveranno

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy