Final Eight, stasera la finalissima tra Luparense e Asti

Final Eight, stasera la finalissima tra Luparense e Asti

Il Kaos Futsal intanto si è aggiudicato la Coppa Italia under 21

Saranno Alter Ego Luparense e Asti Acqua Eva a contendersi la Coppa Italia 2012. Al PalaFabris, in due semifinali emozionanti che non hanno lasciati delusi i 2.500 spettatori accorsi sugli spalti, i Lupi piegano 6-4 la Lazio detentrice del trofeo, mentre gli Orange di Sergio Tabbia raggiungono per la prima volta la finale di una grande manifestazione superando 9-8 ai rigori il Montesilvano dopo il 3-3 dei tempi regolamentari. Domani pomeriggio (ore 19, diretta tv su RaiSport 2) si gioca il match che vale la coccarda tricolore, preceduto alle 15.15 dalla finale della Coppa Italia Under 21 – che giocheranno Alter Ego Luparense e Kaos Futsal – e nel pomeriggio dal Celebrity Match delle vecchie glorie del calcio, per raccogliere fondi a favore della Fondazione Città della Speranza, visitata ieri da una delegazione della Divisione Calcio a cinque e delle squadre partecipanti.

FINAL EIGHT SERIE A

ALTER EGO LUPARENSE-LAZIO 6-4 (3-1 p.t.)

L’Alter Ego Luparense non delude, rispetta la leadership in campionato, batte 6-4 la Lazio e vola in finale: rispetto ai quarti di finale 2011 stavolta va diversamente, con la prima testa di serie del tabellone che riscatta l’eliminazione di dodici mesi fa con la possibilità di tornare a vincere la Coppa Italia a quattro anni di distanza dal successo di Catania. Sfuma invece il sogno della Lazio di fare il bis e mantenere la coccarda tricolore conquistata un anno fa proprio al PalaFabris.

Neanche il tempo di centrare il pallone, che la Luparense è già in vantaggio: sul cronometro trascorrono solo sette secondi che Honorio detta il passaggio filtrante per l’accorrente Euler, che con un destro potente e preciso all’angolino fa secco Patrizi. La Lazio ci mette pochissimo a reagire, tanto che al 3’24’’ arriva il pareggio firmato da Vinicius Bacaro, che sfrutta l’assist di Alcaraz sul cambio di fronte di Parrel per battere Weber con un sinistro sul primo palo. Dopo la sfuriata iniziale, l’unica conclusione nello specchio della porta fino al 10’ è una “puntata” di Fabiano deviata da Patrizi. Al 12’53’’ iLupi si riportano in vantaggio con Vampeta: un gol da manuale della ripartenza, con Euler che gestisce il pallone e offre al capitano l’occasione di superare Patrizi con un piatto destro che va a morire sotto la traversa. Stavolta la Lazio non si scuote, anzi, arriva anche il 3-1 con Honorio, che inganna Patrizi su calcio di punizione. Prima dell’intervallo, i campioni uscenti rischiano di subire anche la quarta rete, ma prima Patrizi si riscatta in due tempi su Merlim, poi Forte per anticipare lo stesso Merlim sfiora l’autogol e viene salvato dal palo.

Nei primi minuti della ripresa succede poco o niente: la Luparense si chiude molto bene in difesa e la Lazio non trova sbocchi. Per annotare la prima occasione del secondo tempo bisogna attendere 7’47’’, con Vampeta in ripartenza fermato da una grande parata di Patrizi. La Lazio avrebbe invece la chance per riaprire la partita, ma Bacaro da due passi su assist di Dimas si divora il gol del possibile 2-3. E così è la Luparense ad allungare ancora con Fortino, che si getta sul pallone calciato di sinistro da Canal, e con il portiere Weber, che sfrutta Parrel portiere di movimento per il gol del 5-1. Che sembra chiudere il match, ma la Lazio ha sette vite: prima Bacaro, poi Parrel nel giro di 27 secondi riportano i biancocelesti a -2. Canal , però, mette il punto esclamativo sul 6-3, e serve solo per le statistiche il quarto gol laziale di Parrel. Dopo cinque mesi di stagione dominati, domani la Luparense può cominciare a raccogliere i frutti.

ALTER EGO LUPARENSE: Weber, Bordignon, Fabiano, Mognon, Merlim, Euler, Honorio, Vampeta, Canal, Fortino, Ferraro, Putano. All Fernandez

LAZIO: Patrizi, Alcaraz, Salas, Bacaro, Forte, Marchetti, Ippoliti, Dimas, Parrel, Nuno, Danieli, Costantini. All. D’Orto

ARBITRI: Arnaldo Ciciarello (Catanzaro), Alessandro Malfer (Rovereto), Fabrizio Spalla (Forlì) CRONO: Sergio Scali (Pinerolo)

MARCATORI: 0’07” Euler (LU), 3’24” Bacaro (LA), 12’53” Vampeta (LU), 14’29” Honorio (LU) del p.t., 10’56” Fortino (LU), 13’59” Weber (LU), 15’27” Bacaro (LA), 15’54” Parrel (LA), 19’03” Canal (LU), 19’52” Parrel (LA) del s.t.

AMMONITI: Nuno (LA), Fortino (LU), Marchetti (LA)

ESPULSI: /

NOTE: spettatori 2500 circa

MONTESILVANO-ASTI ACQUA EVA 8-9 d.c.r. (p.t. 1-1, s.t. 3-3)

Nel remake del quarto di finale della Coppa Italia 2011, Ricci parte con Mammarella, Caputo, Garcias, Rogerio e Calderolli. L’Asti risponde con Scarparo, Lima, Cavinato, Corsini e Patias. E’ di marca astigiana la prima emozione del match ma, sul destro di Corsini, Mammarella devia in angolo. Al 3’10’’, altra grande chance per l’Asti con Patias (ex di turno), ma il suo destro colpisce l’esterno del palo. Il Montesilvano non riesce a uscire: lo fa all’8’08’’ con un gran destro di Rogerio, che però termina a lato di poco. Ancora abruzzesi pericolosi con Calderolli servito da Fantecele, Scarparo dice di no. Dopo la sfuriata dei campioni d’Europa, è l’Asti a trovare il gol del vantaggio con un perfetto schema da calcio d’angolo: lo chiama Lima, lo mette in praticaCavinato, che segna e corre a esultare sotto lo spicchio di tribuna gremito di arancionero. Il Montesilvano, però, torna subito ad attaccare a testa bassa e, dopo una bella risposta di Scarparo sul calcio di punizione di Cuzzolino, pareggia su un altro calcio da fermo. Tocco dello stesso Cuzzolino per Caputo, che tocca a sua volta per Borruto, al secondo centro in una settimana dopo il rientro dall’infortunio. Dedica speciale anche per l’argentino, che si mette il pallone lanciando sorrisi e baci alla moglie in dolce attesa. Prima del riposo, con l’Asti a cinque falli dal 12’, bravo Mammarella su Corsini, Lima e Patias, così come Scarparo su Garcias.

Ripresa: il primo sussulto, vale all’Asti il gol del 2-1. Lo firma proprio Patias, con un calcio di punizione che “buca” la barriera, passa tra Caputo e Mammarella e finisce in rete. Non accusa il colpo, il Montesilvano, che al 3’46’’ trova il secondo pareggio di giornata con Borruto, ed è un gol da fenomeno: l’argentino, a soli tre mesi dall’infortunio al crociato, va già a doppia velocità rispetto a tutti, si porta a spasso il pallone e batte un incredulo Scarparo. E’ un secondo tempo incredibile: minuto 5’37’’, altro schema da calcio d’angolo, con Dias che serve Corsini, il cui destro va a finire all’incrocio dei pali. Mammarella, che nulla avrebbe potuto fare sul destro del numero otto orange, risponde presente su Ramon. La gara diventa di intensità straordinaria:Cavinato, su assist illuminante di Bessa, si divora il match point, poi ci vuole un miracoloso salvataggio di Lima sul tap in di Borruto (che aveva calciato addosso a Scarparo la punizione dal limite). Negli ultimi5’, Ricci inserisce Calderolli portiere di movimento: a 2’38’’ dalla sirena, arriva il pareggio segnato da Rogerio, che raccoglie l’assist di Fantecele e supera Scarparo. Negli ultimi secondi, le squadre non si scoprono: si va ai rigori. Dal dischetto sono tutti infallibili, finchè a oltranza Garcias non si vede respingere il tiro dal portiere avversario. Si scatena la festa degli Orange, il Montesilvano esce a testa alta ma mastica amaro.

MONTESILVANO: Mammarella, Burato, Fragassi, Caputo, Garcias, Rogerio, Borruto, Calderolli, Cuzzolino, Fantecele, Di Pietro, Dell’Oso. All. Ricci

ASTI ACQUA EVA: Scarparo, Lima, Modica, Celentano, Ramon, Cavinato, Corsini, Dias, Patias, Bessa, Cannella, Casalone. All. Tabbia

ARBITRI: Francesco Massini (Roma 1), Mario Filippini (Roma 1), Marco Vocca (Battipaglia CRONO: Enrico Zago (Este)

MARCATORI: 10’53” Cavinato (AAE), 11’22” Borruto (M) del p.t.; 2’45” Patias (AAE), 3’44” Borruto (M), 5’37” Corsini (M), 17’22” Rogerio (M) del s.t.

AMMONITI: Bessa (AAE), Lima (AAE), Caputo (M), Patias (AAE), Fantecele (M)

ESPULSI: /

SEQUENZA RIGORI: Ramon (A) gol, Cuzzolino (M) gol, Patias (A) gol, Calderolli (M) gol, Cavinato (M) gol, Rogerio (M) gol, Lima (A) gol, Fantecele (M) gol, Corsini (A) gol, Burato (M) gol, Bessa (A) gol, Garcias (M) parato

SERIE A

QUARTI DI FINALE – GIOVEDI’ 8 MARZO

Marca Futsal-Montesilvano 2-4 (C)

Asti Acqua Eva-Acqua&Sapone 5-3 (D)

Lazio-Promomedia Sport Five Putignano 4-0 (B)

Alter Ego Luparense-Bisceglie 4-3 (A)

SEMIFINALI – SABATO 10 MARZO

Alter Ego Luparense-Lazio 6-4

Montesilvano-Asti Acqua Eva 8-9 d.c.r. (3-3)

FINALE – DOMENICA 11 MARZO ORE 19

Alter Ego Luparense-Asti Acqua Eva (diretta Rai Sport 2)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy