Calcio a 5, Italian Coffee campione d’inverno (ma quanta fatica). Luparense questa sera per il riscatto

Calcio a 5, Italian Coffee campione d’inverno (ma quanta fatica). Luparense questa sera per il riscatto

Commenta per primo!

Luparense e Petrarca, le due squadre padovane di calcio a 5 sono arrivate ormai a metà cammino ed è tempo dei primi bilanci.

luparenseQui Luparense. Due gare al giro di boa, e una classifica ancora tutta da scrivere: la Serie A di futsal si avvicina a grandi passi alla conclusione del girone d’andata, evento di importanza tutt’altro che marginale visto che la classifica dopo 11 giornate determina il tabellone della Coppa Italia e le squadre qualificate alla Winter Cup. Per la Luparense, terza dopo la brutta sconfitta di una settimana fa in casa della capolista Pescara, questa sera arriva l’occasione del riscatto. Al palazzetto di San Martino di Lupari (ore 18) si presentano gli emiliani del MaGroup Imola, formazione ostica, che insegue ad un solo punto di distanza e che proverà il tutto per tutto per operare il sorpasso proprio a 40’ dal giro di boa della stagione. I Lupi di coach David Marin devono fare i conti con l’assenza del bomber Mancuso, squalificato, e in settimana sono stati costretti a lavorare a ranghi ridotti complici gli impegni con la Nazionale azzurra di Bordignon e Caverzan. Dalla loro, però, hanno l’obbligo di far valere ancora una volta il fattore-campo: a San Martino finora tutte le avversarie transitate hanno raccolto solamente sconfitte. (Da Il Mattino)

Qui Italian Coffee Petrarca. Il paradosso sta nel fatto che i petrarchini, pur conquistando con la vittoria di ieri il titolo di campioni d’inverno (a pari con l’Altamarca) e chiudendo il girone d’andata a 33 punti e senza sconfitte, continuano a non convincere del tutto. Cleber e compagni per adesso non stanno mantenendo le promesse: gioco poco piacevole a vedersi e vittorie striminzite, altra cosa invece l’altra capolista, ovvero l’Altamarca, che ha la capacità di annichilire l’avversario fin dai primissimi minuti, grazie a un attacco a dir poco devastante (74 reti realizzate contro le 36 dei padovani). Gli sforzi del main sponsor e del presidente Paolo Morlino, che martedì sera presenterà un acquisto di assoluto valore, non sono corrisposti in campo: serve una sterzata decisa, altrimenti di questo passo pare difficile riuscire a centrare gli obiettivi stagionali.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy