Italian Coffee Petrarca, impresa alla Gozzano dopo quasi due ore di partita con l’Arzignano

Italian Coffee Petrarca, impresa alla Gozzano dopo quasi due ore di partita con l’Arzignano

di Redazione PadovaSport.TV

ITALIAN COFFEE PETRARCA PADOVA – FUTSAL ARZIGNANO  4-3 (2-1 pt)

PETRARCA:  Timm, Bresolin, Cividini, Costa (K), Del Pizzo, Alba, Arteiro, Urio, Mazzon, Vitale, Zandonà Virruso. All. Giampaolo

ARZIGNANO:  Pozzi, Murga, Pangallo, Marcio (K), Rosa, Jhonatan, Amoroso, Salamone, Urbani, Zarantonello, Marzotto, Paulinho. All. Nogara

MARCATORI:  2’25 Cividini (P), 10’39 e 33’33 Urio (P), 18’08 Marcio (A), 21’36 Alba, 22’00 Amoroso (A) , 31’09 Paulinho.

AMMONITI: Murga (A), Jhonatan (A), Costa(P)

ARBITRI: Volpato di Castelfranco e Colombini di Bassano  CRONO: Mezzarobba di Padova

PADOVA – L’Italian Coffee di mister Giampaolo soffre ma si qualifica per gli ottavi di Coppa della Divisione battendo 4-3 il Real Arzignano nel derby veneto. Dopo qualche azione di studio, la compagine padovana passa in vantaggio dopo appena due minuti con un bel tiro di Cividini. L’Arzignano prova a rendersi pericoloso, ma di nuovo l’Italian Coffee va vicinissima al raddoppio con una doppia conclusione di Arteiro e Cividini sventate da Pozzi. Paulinho mette i brividi a Timm al 5’, poi per due volte l’estremo difensore vicentino salva tutto su Alba e sullo scatenato pivot del Petrarca. A metà primo tempo Murga si becca un giallo e sulla successiva punizione Urio sigla il 2-0. I padroni di casa non sono sazi e si fanno pericolosi in area avversaria con le bordate di Alba e Costa ma è l’espertissimo Marcio ad accorciare le distanze al 18’ sfruttando una disattenzione dei patavini.  In avvio di ripresa Alba mette a segno il 3-1, qualche secondo dopo il giocatore spagnolo commette un banale fallo in area e Amoroso trasforma il successivo rigore. L’ Arzignano preme sull’acceleratore e raggiunge il pareggio con un tap in di Paulinho al 31’, la partita è molto spezzettata ma arriva la botta al volo di Urio due minuti dopo che riporta avanti la formazione di casa (4-3). Costa commette il 6° fallo, viene ammonito e il tiro libero di Amoroso vola alto sopra la traversa. Mister Nogara prova la carta del portiere di movimento, ma nei secondi finali Padova controlla il risultato e conquista il passaggio del turno.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy