Kioene Padova, bianconeri fuori dai playoff

Kioene Padova, bianconeri fuori dai playoff

di Cecilia Bacco

Itas Trentino – Kioene Padova 3-0 (25-18, 25-23, 25-17)

Itas Trentino: Russel 16, Vettori 11, Giannelli 2, Candellaro 4, Lisinac 8, Kovacevic 16, Grebennikov (L); Nelli. Non entrati: Van Garderen, Cavuto, Daldello, Codarin, De Angelis (L). Coach: Angelo Lorenzetti.
Kioene Padova: Polo 6, Louati 9, Volpato 6, Torres 12, Travica 1, Barnes 5, Danani (L); Cottarelli, Cirovic. Non entrati: Fusaro, Sperandio, Premovic, Lazzaretto, Bassanello (L). Coach: Valerio Baldovin.
Mvp: Aaron Russel (Itas Trentino)
Note. Servizio: Trento errori 15, ace 5; Padova errori 8, ace 6. Muro: Trento 6, Padova 4. Ricezione: Trento 48% (25% prf), Padova 59% (24% prf). Attacco: Trento 66%, Padova 46%.

Non sono bastati i tifosi, non è bastato il verde sugli spalti. La squadra di Valerio Baldovin conclude la stagione 2018/2019 con il 3-0 subito da Trento in gara 3 nei quarti di finale di playoff (25-18, 25-23, 25-17). La Kioene Padova fatica sin dalle prime battute alla BLM Arena di Trento, trovando dall’altra parte della rete una formazione che gioca una pallavolo impeccabile, una squadra che ha preparato al minimo dettaglio la partita e che ha visto partire dal primo set il proprio bomber: Uros Kovacevic. Quello che è mancato ai bianconeri nella trasferta trentina è stato il coraggio di osare, pallone dopo pallone, pur avendo di fronte una squadra creata per vincere.

Il match si apre a tinte gialloblù. L’attacco di Kovacevic mette il set sul 6-3. Torres, imbeccato da Travica calibra male l’attacco e, sul 9-5, con il doppio errore del portoricano Baldovin ferma il gioco. Serve a poco la boccata d’ossigeno perché Padova continua a commettere errori tra falli e ricezioni insicure. Trento invece non sbaglia e, con Vettori che mura Barnes, arriva il 13-6. Il canadese tenta di ricucire lo svantaggio con l’ace del 15-12. Giannelli in turno dai 9 metri mette a dura prova la ricezione patavina mandando in confusione Danani, in un attimo è 20-13. Vettori chiude il set con il 25-18.

La Kioene prova a reagire in avvio di secondo parziale, dando il massimo al servizio, con l’ace di Torres che vale l’1-3. Sembra esserci un risveglio del sestetto bianconero con qualche buon pallone in attacco. Il vantaggio dura poco: Giannelli e Vettori arrivano in battuta lasciando il segno (13-11), Baldovin chiama time-out. La pausa è provvidenziale e, al rientro in campo, Polo mura Kovacevic per il 14 pari. Un ritrovato equilibrio e una lotta punto a punto portano il set sul 21-21 e questa volta è la panchina Itas a interrompere il gioco. Volpato sbaglia il primo tempo e Trento è avanti di 2 (23-21). La banda serba ottiene il set point, finalizzato da Russel è 25-23.

Trento parte alla grande anche nel terzo parziale con Vettori che batte a tutto braccio portando i suoi sul 4-1. La Kioene Padova gioca a intermittenza e nonostante Louati e Torres ogni tanto trovino buoni spunti, sono pochi i palloni giocabili: la fatica è troppa in ricezione. Sono ancora Vettori e Kovacevic a fare la differenza e insieme a Lisinac portano il set sul 13-7. Il gap è incolmabile e Padova arriva alla fine della gara cercando di limitare i danni. Chiude il sipario sulla stagione il servizio in rete di Polo (25-17).

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy