Kioene Padova, buona la prima: 3-0 al Ravenna

Kioene Padova, buona la prima: 3-0 al Ravenna

Vittoria per 3-0 della Kioene Padova contro Bunge Ravenna. Nella sfida tra due delle squadre più giovani della Superlega, a fare la differenza sono stati i colpi di Maar (eletto MVP del match) e la ricezione bianconera che ha retto meglio il confronto con gli avversari. Venendo alla cronaca, nel primo set gli ospiti sfruttano le imprecisioni in casa patavina per portarsi sul 4-8 con coach Baldovin a chiedere il primo time out discrezionale del match. E’ lo schiacciatore canadese l’uomo in più nel primo set ed è col suo turno al servizio che la Kioene prima pareggia 8-8 e poi allunga 19-14. Dopo due errori consecutivi della Bunge, Koncilja chiude 25-20. Il secondo set inizia con un sostanziale equilibrio quando, a seguito di un’invasione fischiata a Torres, lo stesso riceve il cartellino rosso per proteste portando il punteggio sul 14-11. Sul 23-19 Ravenna alza la testa e picchia duro portando il parziale ai vantaggi. E’ un finale palpitante che si chiude 31-29 dopo una difesa errata di Ravenna su un attacco debole di Giannotti. Il terzo e ultimo set è il più equilibrato, ma ancora una volta i veneti sono più cinici sotto rete nei momenti decisivi, chiudendo 25-22 il parziale che regala 3 punti pieni alla Kioene.
LE PROSSIME GARE. La Kioene Padova tornerà in campo alle ore 18.00 di domenica 9 ottobre per la trasferta umbra contro la Sir Safety Perugia dell’ex bianconero Alexander Berger. Prossimo appuntamento casalingo venerdì 14 ottobre alle ore 20.30 alla Kioene Arena per la 3° giornata di regular season contro la Diatec Trentino.

Valerio Baldovin (coach Kioene Padova): «Si nota che siamo in fase di crescita e in cerca di una maggiore connessione di gioco, ma la prestazione è stata molto buona. Oggi abbiamo limitato al minimo gli errori anche se abbiamo sofferto nel secondo set sulla battuta di Lyneel. Ora ci attendono delle gare molto complicate ma abbiamo iniziato con il piede giusto ed è importante».
Fabio Soli (coach Bunge Ravenna): «Più che rammarico sul risultato, è un rammarico sulla prestazione. Padova ha sfruttato al meglio l’altezza del proprio palleggiatore e noi abbiamo murato poco consentendo loro di giocare con maggiore tranquillità. Noi dovremo lavorare sodo perché di gare così intense ce ne saranno molte nel corso della stagione e dovremo arrivare preparati all’appuntamento».

Kioene Padova: Shaw 3, Giannotti 12, Maar 16, Koncilja 7, Averill 6, Fedrizzi 6, Balaso (L); Bassanello, Volpato 2, Milan. Non entrati: Zoppellari, Link, Sestan. Coach: Valerio Baldovin.
Bunge Ravenna: Ricci 4, Kaminski 3, Lyneel 16, Grozdanov 14, Torres 8, Spirito, Goi (L); Calarco, Leoni, Van Garderen, Marchini. Coach: Fabio Soli.
Arbitri: Pozzato-Frapiccini.
Durata: 24’, 36’, 31’. Tot. 1h 31’.
Spettatori: 2.504.
Incasso: 8.217 Euro.
MVP: Stephen Maar (Kioene Padova).
NOTE. Servizio: Padova errori 17, ace 5; Ravenna errori 20, ace 3. Muro: Padova 7, Ravenna 4. Ricezione: Padova 55%, Ravenna 36%. Attacco: Padova 58%, Ravenna 53%.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy