Kioene Padova, buona prova ma passa Modena 3-1

Kioene Padova, buona prova ma passa Modena 3-1

di Redazione PadovaSport.TV

Kioene Padova – Azimut Modena 1-3
(21-25, 26-24, 24-26, 23-25)

Kioene Padova: Polo 12, Cirovic 9, Volpato 9, Premovic 17, Travica 1, Randazzo 23, Balaso (L); Nelli, Peslac. Non entrati: Bassanello, Gozzo, Sperandio, Scanferla (L), Koprivica. Coach: Valerio Baldovin.
Azimut Modena: Bruno 1, Argenta 12, Ngapeth E. 16, Bossi 11, Holt 3, Urnaut 19, Rossini (L); Tosi (L), Ngapeth S., Marra, Pinali 2. Non entrati: Van Garderen, Penchev. Coach: Radostin Stoytchev.
Arbitri: Saltalippi-Florian.
Durata: 24’, 25’, 28’, 27’. Tot. 1h 44’
Spettatori: 2.844.
Incasso: 20.483 Euro.
MVP: Tine Urnaut (Azimut Modena).
NOTE. Servizio: Padova errori 23, ace 8; Modena errori 12, ace 5. Muro: Padova 13, Modena 6. Ricezione: Padova 51% (29% prf), Modena 62% (42% prf). Attacco: Padova 44%, Modena 49%.

Modena suda ma esce vittoriosa dalla Kioene Arena. Dopo un solo set a senso unico, Padova ha sfruttato l’ottima giornata di Randazzo e del solito Polo per cercare di chiudere con onore davanti al proprio pubblico. L’Azimut si è affidata per lo più ad Urnaut, sfruttando al meglio i cambi disponibili in panchina e ottenendo tre punti importanti soprattutto per il morale in vista dei Play Off.
Con Premovic dall’inizio in campo al posto di Nelli, la Kioene tiene testa ai modenesi fino al primo break dell’Azimut con Bruno e Ngapeth protagonisti (7-10). Il primo time out discrezionale per i veneti arriva sul 10-14 a firma di Argenta ma da quel momento Padova fatica a recuperare. Il tentativo di rimonta arriva sul finale con Polo a mettere in difficoltà le ricezione avversaria (20-22) però Urnaut chiude con l’ace del 21-25. Molto combattuto anche l’inizio del secondo set, con Polo e Randazzo tra i più attivi in attacco (10-10). Sul muro del 12-10 di Volpato, coach Stoytchev chiede pausa. Si lotta palla su palla e il primo set ball arriva sulla pipe di Ngapeth (23-24) ma Randazzo ribalta la situazione. A chiudere 26-24 è l’ace di Cirovic. Nel terzo set Modena parte subito con l’acceleratore al massimo (1-5) e l’ace di Urnaut sul 5-10 costringe coach Baldovin al time out. Al rientro in campo il muro di Premovic accorcia le distanze (8-10) e Randazzo pareggia i conti sul 14-14. Coach Stoytchev cambia un po’ di pedine in campo e il 15-18 di Argenta permette nuovamente all’Azimut di allungare. Sul 20-24 Modena ottiene il primo set ball ma Randazzo al servizio mette il fiato sul collo agli ospiti con tre ace su Ngapeth (24-24). Ad avere la meglio però sono gli ospiti col muro di Padova su Urnaut che termina fuori di poco (24-26). E’ ancora Randazzo a picchiare forte in battuta nel quarto set, permettendo alla Kioene di portarsi sul 9-8. Sono molti gli errori in battuta da una parte e dall’altra ma verso il finale è Bossi ad avere la zampata a muro per staccare 18-20. Il match ball arriva sul servizio out di Randazzo (22-24) ma a chiudere il match è la diagonale di Ngapeth (23-25).

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy