Kioene Padova, Perugia ha la meglio davanti al proprio pubblico

Kioene Padova, Perugia ha la meglio davanti al proprio pubblico

Commenta per primo!

Sir Safety Conad Perugia – Kioene Padova 3-0

(25-17, 25-18, 25-22)

Sir Safety Conad Perugia: Ricci 4, Russel 11, Zaytsev 8, Atanasijevic 16, De Cecco 3, Podrascanin 5, Colaci (L); Shaw 1, Della Lunga, Berger 3, Anzani 3. Non entrati: Cesarini (L), Siirila, Andric. Coach: Lorenzo Bernardi.
Kioene Padova: Polo 4, Nelli 13, Peslac, Cirovic 3, Volpato 7, Randazzo 11, Balaso (L); Scanferla, Koprivica. Non entrati: Gozzo, Canella, Premovic, Travica. Coach: Valerio Baldovin.
Arbitri: Satanassi, Simbari.
Durata: 27’, 23’, 28’. Tot. 1h 18’
Spettatori: 3586.
MVP: Aleksandar Atanasijevic (Sir Safety Conad Perugia)
Note. Servizio: Perugia errori 11, ace 6; Padova errori 13, ace 5. Muro: Perugia 11, Padova 5. Ricezione: Perugia 41% (30% prf), Padova 46% (15% prf). Attacco: Perugia 54%, Padova 38%.

In un PalaEvangelisti festante per la vittoria della recente Supercoppa, la Sir ottiene la vittoria all’esordio di campionato. La Kioene, presa a sassate al servizio, fatica ad entrare in gara nei primi due set, trovando maggiore continuità alla battuta e in ricezione solo nel terzo parziale. Questo però non è bastato a contenere l’entusiasmo dei padroni di casa, sospinti ogni secondo da un pubblico delle grande occasioni.
La cronaca. Coach Baldovin ripropone il sestetto visto in campo contro Piacenza anche se la Kioene deve rinunciare agli infortunati Travica, Sperandio e Basanello. La squadra di casa prende subito il largo sfruttando bene il proprio muro, con coach Baldovin a chiedere time out sul 10-5. L’inerzia del set diventa sempre più evidente, quando sul 15-7 viene chiamata nuovamente pausa di gioco. Polo e Nelli provano a tenere a galla i bianconeri, ma il primo parziale si chiude con il servizio sulla rete di Cirovic che regala il 25-17 alla Sir.
Anche nel secondo set Perugia controlla senza troppa difficoltà, difendendo bene molti attacchi dei bianconeri che pasticciano sulle ripartenze (8-4). Koprivica prende il posto di un Cirovic in difficoltà, ma Perugia prende il largo a muro (18-8). A segnare il 25-18 è l’ex Berger.
Il primo reale vantaggio della Kioene arriva nel terzo set (1-3) grazie ad una maggiore incisività al servizio. Randazzo è tra i più positivi in questa fase e sul punto del 9-13 coach Bernardi chiede pausa. Si lotta su ogni pallone ma sull’ace del 19-20 a firma di Zaytsev, Padova interrompe il gioco. Al rientro in campo, Zaytsev e un incontenibile Atanasijevic chiudono il match 25-22.

Le pagelle:

Polo: 5.5, Nelli: 5.5, Peslac: 5, Balaso: 5.5, Cirovic: 4.5, Volpato: 6, Koprivica: s.v., Scanferla: s.v.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy