Kioene Padova, spettacolo nel 3 – 1 con Monza. Le pagelle

Kioene Padova, spettacolo nel 3 – 1 con Monza. Le pagelle

Commenta per primo!

Kioene Padova – Gi Group Monza 3-1
(25-8, 17-25, 36-34, 25-22)

Kioene Padova: Polo 7, Nelli 28, Cirovic 18, Volpato 6, Travica 3, Randazzo 21, Balaso (L); Gozzo, Sperandio, Premovic, Koprivica. Non entrati: Peslac, Scanferla. Coach: Valerio Baldovin.
Gi Group Monza: Dzavoronok 15, Finger 14, Shoji 4, Botto 5, Beretta 8, Barone 6, Rizzo (L); Brunetti, Walsh, Langlois, Terpin, Hirsch 2. Non entrati: Arasomwan. Coach: Miguel Angel Falasca.
Arbitri: Venturi-Lot.
Durata: 18’, 22’, 43’, 34’. Tot. 1h 57’
Spettatori: 2.355.
Incasso: 7.558 Euro.
MVP: Luigi Randazzo (Kioene Padova)

Note. Servizio: Padova errori 19, ace 12; Monza errori 13, ace 5. Muro: Padova 8, Monza 5. Ricezione: Padova 53% (36% prf), Monza 38% (21% prf). Attacco: Padova 56%, Monza 44%.

Le pagelle: Polo 6, Nelli 7, Randazzo 7.5, Cirovic 7, Travica 6.5, Volpato 7, Balaso 6,5, Gozzo s.v., Sperandio s.v., Premovic s.v., Koprivica s.v.
E’ la Kioene ad avere la meglio in una partita quanto mai insolita. Dal primo set a senso unico, ad un terzo lottato con grande intensità da entrambe le squadre. Il cinismo di Padova, ma soprattutto la serata top di Randazzo che ha dato il massimo sia in attacco che in difesa, hanno consentito ai bianconeri di vincere contro una Monza che – pur provando ad utilizzare quasi tutti gli effettivi a disposizione – ha vissuto troppo sulla dipendenza da Dzavoronok e su momenti di alti e bassi che hanno condizionato il team di coach Falasca. Nelli ha trovato continuità anche in attacco (68%) e questo è stato davvero importante per Padova, che si è appoggiata anche ad un buonissimo Cirovic (5 ace per lui) e ad un Volpato capace del 100% in attacco.
Partono molto bene i padroni di casa, che accumulano subito un discreto vantaggio con Randazzo e Nelli. Sull’ace del capitano Travica che vale il 10-4, coach Falasca chiama già il suo secondo time out discrezionale. Terpin prende il posto di Dzavoronok ma Cirovic scava il solco al servizio (16-5). Gli ospiti non riescono più a replicare e Padova chiude con un eloquente 25-8. Cambia registro la squadra ospite nel secondo parziale, trovando più precisione al servizio: la Kioene sbaglia qualche ricostruzione di troppo andando al time out sul 9-12. Botto & C. trovano coraggio, mentre Padova perde lucidità. Sul 14-22 coach Baldovin prova a cambiare un po’ di carte in tavola ma è Beretta a trovare il colpo vincente del 17-25. La crescita di Dzavoronok si vede ma Padova può sfruttare bene il servizio di Nelli nel terzo set, con il time out di Falasca che arriva sul 14-12. La Gi Group però non molla e trova il sorpasso grazie all’ace di Beretta su Randazzo (19-20). Cirovic trova il set ball sul 24-23 ma l’errore di Sperandio e l’ace di Shoji ribaltano la situazione. Il finale è incredibile, con l’ace del 36-34 di Polo che arriva su una palla giudicata invece fuori da Botto che la fa così terminare dentro il campo. Molto intenso anche il quarto parziale. Monza accusa un po’ di nervosismo dopo aver contestato qualche decisione arbitrale: il rosso a coach Falasca porta le squadre al time out discrezionale sul 12-10. Al rientro in campo Padova sbaglia troppo e sul 16-17 coach Baldovin richiama tutti in panchina. Padova però lotta su ogni palla e il finale è a firma Nelli con il suo ace che chiude il match 25-22.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy