Kioene Padova, Trento vince una gara spettacolare

Kioene Padova, Trento vince una gara spettacolare

Commenta per primo!

Kioene Padova – Diatec Trentino: 1 – 3

( 21 – 25, 19 – 25, 25 – 17, 23 – 25). Tot. 1h 53’.

Kioene Padova: Polo 11, Nelli 24, Cirovic 8, Volpato 7, Travica 2, Randazzo 11, Premovic, Koprivica, Balaso (L). Non entrati: Peslac, Gozzo, Sperandio, Scanferla (L). Allenatore: Valerio Baldovin.

Diatec Trentino: Hoag 17, Vettori 13, Giannelli 6, Lanza 20, Zingel 5, Carbonera 5, Cavuto, Kozamernik 1, De Pandis (L). Non entrati: Kovacevic, Teppan, Paternio. Allenatore: Angelo Lorenzetti.

Note. Servizio: Kioene Padova errori 14, ace 10; Diatec Trentino errori 19, ace 8. Muro: Kioene Padova 7; Diatec Trentino 8. Ricezione: Kioene Padova 43%; Diatec Trentino 36%. Attacco: Kioene Padova 49%; Diatec Trentino 50%.

I 3055 spettatori della Kioene Arena possono dire di aver visto una gara spettacolare. La seconda giornata di regular season ha visto la Diatec Trentino superare per 3 -1 la Kioene Padova, ma per farlo Lanza e compagni hanno sudato 7 camicie.

Non entra in campo intimidita la Kioene Padova, capace fin da subito di tenere testa alla Diatec e rispondendo punto a punto con il 6 – 6. L’ace di Hoag permette a Trento di allungare per 9 – 12, momento in cui Baldovin sfrutta il primo break. La forza trentina mette sotto stress Padova che sul 17 – 22 comincia a peccare di precisone in ricezione. L’attacco di Polo annulla il primo set point Diatec. Qualche attimo dopo però Lanza chiamato in causa da Giannelli non sbaglia; Trento chiude il primo parziale per 21 – 25.

Al rientro in campo le due squadre si alternano in un testa a testa senza esclusione di colpi. L’8 – 9 per i ragazzi di Lorenzetti porta la firma di Vettori, che trova il buco dietro al muro; ma Padova non batte ciglio e rimedia all’errore con la diagonale di Nelli. Negli scambi centrali del set, i trentini provano a mettere la freccia e a sua volta Padova cerca di inseguire commettendo tuttavia qualche errore di troppo in copertura (14 – 17). Il lungo linea fuori misura di Nelli, porta Trento sul 15 – 19, Baldovin ferma il gioco. Dopo il time out ci pensa l’opposto Vettori a far scappare i suoi, con l’ace del 16 -20. Ogni chance di riavvicinamento è resa vana dagli errori in battuta dei bianconeri. Il fallo a muro di Polo decreta la fine del secondo set, che la Diatec si aggiudica per 19 – 25.

Il terzo set comincia con il vantaggio Kioene cui contribuisce l’ace di capitan Travica (4 – 2) ma è sul 6 – 3 che Angelo Lorenzetti richiama in panchina i suoi. Altro ace per Padova terminato il time out, questa volta è il centrale Polo a fare male a Trento. Altro giro, altro ace, doppia battuta vincente per Nelli e 10 – 4 per la Kioene Padova. Nel momento no trentino, anche Giannelli si improvvisa schiacciatore, ma i bianconeri non lasciano passare, è 14 – 8. Lorenzetti corre ai ripari cambiando pedine, entrano Cavuto e Kozamernik siedono in panchina Hoag e Carbonera. Set point Kioene nelle mani di Volpato, annullato da Kozamernik; in tutta risposta il pallonetto di Nelli mette il punto sul set 25 – 17. Padova di avvicina, è 2 – 1.

Nel quarto set, azione dopo azione che Padova conduce per 14 – 12. Trento però non ci sta e recupera lo svantaggio portandosi a -1 (16 – 15) con l’ace di Hoag. Sul 20 – 20 Trento mette a dura prova i nervi dei bianconeri, chiamati agli straordinari in ciascun reparto. Volpato annulla il primo match point trentino ma la Diatec ha la meglio e con un pizzico di fortuna chiude per 23 – 25 il quarto set vincendo il match.

Le pagelle: Polo 6.5, Nelli 7.5, Cirovic 6.5, Volpato 6, Travica 6.5, Randazzo 6.5, Balaso 6.5, Premovic sv, Koprivica sv.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy