Pallavolo, Tonazzo ai play-off: non succedeva da 11 anni

Pallavolo, Tonazzo ai play-off: non succedeva da 11 anni

Grande risultato ottenuto dai padovani, che hanno espugnato Modena 3-1. Sconfitta Monza a Verona

La vittoria più inattesa, la vittoria più importante. Non serviva nemmeno ottenerla per centrare i playoff, visto che Monza, rivale diretta in questa volata per entrare nel gruppo delle magnifiche otto, ha perso 3-1 a Verona tagliandosi fuori da sola dalla corsa. Ma vuoi mettere la soddisfazione che dà riuscire a qualificarsi ai quarti di finale del massimo campionato andando a espugnare il PalaPanini, tana di quella Modena che, negli 83 precedenti di questa sfida storica per il volley italiano, si era imposta in 69 occasioni contro la miseria di 14 affermazioni bianconere? La Tonazzo ha saputo fare il suo. Ha approfittato di un avversario indubbiamente più forte ma con la testa già proiettata al post-season e, col 3-1 rifilato a domicilio al sestetto di coach Lorenzetti, ha persino potuto mettere la freccia, superando Latina (battuta 3-0 a Perugia) in classifica. Gli uomini di Baldovin chiudono la stagione regolare al settimo posto, regalando nuovamente i playoff a Padova a 11 anni di distanza dall’ultima partecipazione. E, ironia della sorte, ora ritroveranno di fronte a sé proprio Modena, di nuovo avversaria al PalaPanini a partire da giovedì alle 20.30, in un confronto al meglio delle cinque partite che proseguirà poi domenica prossima alla Kioene Arena, alle 18. Sarà una Dhl diversa da quella che ieri sera, dal terzo set in poi, ha schierato le seconde linee, è fuori discussione. Ma intanto bisognava dimostrare di essere in grado di arrivare sin qui. Giannotti risponde a Ngapeth. Rispetto alle attese Baldovin ha dovuto rinunciare a Volpato, ancora dolorante alla caviglia. Lorenzetti, dal canto suo, non ha risparmiato le sue stelle, con Bruninho e Ngapeth subito sotto rete. In avvio la Dhl spinge molto dalla linea dei nove metri e Padova resta vicina solo grazie alla verve di Giannotti, che tiene le due squadre a distanza ridotta (12-9). Il divario si allarga nel finale della frazione: sul 20-15 Baldovin inserisce Quiroga per Berger ma senza modificare l’esito del set, chiuso da Ngapeth sul 25-17. Al ritorno in campo, Giannotti continua a tenere a galla i suoi, mentre Modena sembra allentare la tensione, concedendo più errori (10 nel parziale). La Tonazzo vola sul 4-9 e Lorenzetti getta nella mischia Pinali per Ngapeth, trovando subito due punti (11-14). L’ace del neo entrato Onwelo riporta il parziale in equilibrio (16-18). Sul 19-22 entra Bassanello per Quiroga a rinforzare la ricezione, consentendo a Giannotti di chiudere 21-25. La girandola. Nel terzo set Modena cambia veste. Lorenzetti lascia spazio alla panchina e in casa Padova brilla Diamantini al centro: Cook manda le squadre al time-out tecnico sull’8-12. Al ritorno in campo, Sighinolfi e Onwelo picchiano forte, tanto da costringere Baldovin a chiedere pausa sul 12-12. L’epilogo è tutto a stelle e strisce, con Averill e Cook a fare la differenza sino al 19-25. In casa Tonazzo già si sa che i playoff sono al sicuro e questo regala nuove energie. Nel quarto set Padova parte forte, mettendo in difficoltà la ricezione modenese: al time-out tecnico Padova conduce 4-12 dopo il colpo vincente di Orduna. Diamantini si fa valere al centro e sul 9-18 coach Baldovin lascia spazio in banda a Lazzaretto. Il finale è tutto degli ospiti: Berger chiude col doppio colpo che regala l’11-25 che fa calare il sipario. Padova è tornata fra i grandi. (Da Il Mattino)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy