Tonazzo, contro Molfetta una vittoria da play-off

Tonazzo, contro Molfetta una vittoria da play-off

Sfatato anche l’ultimo tabù. Al quarto tie-break nelle ultime 5 giornate la Tonazzo coglie la prima vittoria, continuando nella serie positiva che la vede andare a punti da 5 turni di fila. In attesa del posticipo, che vedrà Monza sotto rete stasera, Padova si trova così all’ottavo posto in solitario. Forse meno brillanti rispetto ad altre volte, gli uomini di Baldovin sono però sempre rimasti “sul pezzo”, con capitan Orduna, al solito, efficace nell’orchestrare il gioco fra i suoi martelli, tutti molto positivi. Nel primo set il sestetto di Montagnani può solo rimuginare sui propri errori. A lungo in vantaggio, avanti di tre lunghezze alla pausa tecnica, Molfetta si fa superare sul 16-15 e da lì in poi si ritrova a inseguire, ancorata a terra dai 9 errori commessi. La Tonazzo ringrazia e ne approfitta, trovando i suoi ultimi tre punti con un pallone messo fuori da Candellaro, un servizio in rete di Hernandez e una doppia fischiata a Hierrezuelo. La frazione successiva ricalca la precedente, tranne nell’esito: ospiti sempre avanti e Padova che mette la freccia sul cartellino rosso affibiato alla panchina pugliese, molto nervosa. Diverso è però l’epilogo, perché stavolta sono gli uomini di Baldovin ad andare in bambola nel finale, con Berger che sparacchia in tribuna l’attacco che regala il set-point a Molfetta e Volpato murato da Candellaro subito dopo. Il terzo parziale è più che mai targato Giannotti. Il “cacciabombardiere” si esalta trascinando l’attacco, tanto da chiudere con 10 palloni messi a terra (con l’83% offensivo!), sopperendo così alle difficoltà del muro, meno efficace di altre volte. La Tonazzo allunga nelle ultime fasi, terminando la frazione con un ace di Quiroga, che, appena entrato, esalta il non numerosissimo pubblico della Kioene Arena. Al cambio di campo non è la stessa squadra, quella che si vede: Orduna & C. sembrano mollare nella concentrazione e, sotto 6-10, non riescono più a rientrare in corsa. Hernandez, poi, nel finale dilaga, firmando due ace di fila e prendendo a sassate la ricezione di casa. Il tie-break, il secondo consecutivo, è la più naturale conclusione. E qui, sotto 4-8, la Tonazzo pare spacciata e invece tira fuori non si sa da dove le energie che servono, con Berger protagonista e Quiroga, ancora lui, a far calare il sipario con un ace. Domenica tutti fermi per la final four di Coppa Italia. La Superlega torna mercoledì 10: la Tonazzo sarà a Perugia. (Da Il Mattino)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy