Meeting, Santiusti la vera regina di Padova

Meeting, Santiusti la vera regina di Padova

Si è concluso il meeting all’Euganeo, ecco il bilancio

Il dopo Meeting ha molti volti: Yusneysi Santiusti Caballero e il suo 1’58”91 negli 800. Nesta Carter, che ha eguagliato il record della manifestazione nei 100 metri (10”10) che risaliva al 2002. Oscar Pistorius, che dovrà lottare contro se stesso per cercare di scendere da 46”65 a 45”25, staccando il biglietto per Londra (stasera a Lignano). Virgilijus Alekna, protagonista nel disco. Dayron Robles e i 110 ostacoli.

«Padova ha risposto alla grande – afferma Federico de’ Stefani, presidente di Assindustria, la società che organizza il Meeting -, segno che la passione per la regina degli sport è tanta. Anticipare la data a prima dei Mondiali ci ha permesso poi di avere in pista atleti più carichi e motivati e i risultati si sono visti. L’immagine più significativa? E’ quella della nostra Santiusti – continua de’ Stefani -. Il suo è un tempo di assoluto rilievo, non posso che augurarle di indossare presto la maglia azzurra in un grande evento internazionale, dato che vive in Italia già dal 2007. E in un grande evento internazionale come i Mondiali e le Olimpiadi, tra i normodotati, ci piacerebbe vedere pure Pistorius».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy