Altro successo per il Plebiscito: bronzo nello squash

Altro successo per il Plebiscito: bronzo nello squash

Si è conclusa con l’ultima tappa del campionato, da venerdì 15 a domenica 17 maggio presso il Centro Tecnico di Riccione, l’avventura della 2001 Padova nel campionato a squadre assoluto: terzo posto e bronzo, a riconferma dell’ottimo valore della compagine patavina che, come nel 2014, riesce a salire sul podio, alle spalle di Crazy Team Torino, che si riconferma Campione d’Italia, e Get Fit Milano. Convocati per l’ultima giornata: Raphael Kandra, Scott Fitzgerald, Luca Visonà, Sebastiano Vasques, Elisabetta Priante. L’esordio ha visto la 2001 travolgere Mondo Squash Riccione con un netto 180 a 67 (vittorie di Visonà, Kandra, Fitzgerald, Priante), e altre due vittorie sono arrivate il giorno seguente (sabato 16) contro le compagini di New Squash Club Catania (178 a 92) e Squash Italia Roma (155 a 114). Tre vittorie su tre, che non hanno permesso però ai patavini di scalare la classifica poiché le dirette avversarie, Crazy Team Torino e Get Fit Milano, hanno lasciato agli avversari solo pochi punti, essendosi presentati con i migliori “squasher” mondiali (Shawn LeRoux, Hamdi Feritim, Steve Finitsis, Carlos Cornes Ribadas, Madeleine Perry).

“Sono orgoglioso del risultato ottenuto quest’anno” commenta il capitano Luca Visonà “siamo un gruppo compatto e unito e abbiamo dimostrato che possiamo giocarcela con tutti. Purtroppo quest’anno abbiamo sbagliato la prima giornata, dove non abbiamo conquistato tutti i punti che volevamo, compromettendo la nostra classifica fin da subito: sapevamo che sarebbe stato difficile replicare il risultato dello scorso anno, anche perché altre squadre hanno schierato squasher internazionali di assoluto valore (Get Fit Milano aveva solo giocatori stranieri). Ormai abbiamo accumulato l’esperienza necessaria a partire meglio l’anno prossimo, consci che il nostro gruppo può puntare all’oro”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy