Lantech Plebiscito: Laura Teani e Elisa Queirolo pronte per Rio

Lantech Plebiscito: Laura Teani e Elisa Queirolo pronte per Rio

La Lantech Plebiscito di Padova sarà rappresentata alle olimpiadi di Rio 2016, dalle due campionesse Laura Teani e Elisa Queirolo, un emozione indescrivibile per le due atlete patavine che con la squadra del Presidente Lino Barbiero e il tecnico Stefano Posterivo, in due anni in campo italiano hanno vinto tutto quello che c’era da vincere. Laura Teani nata a Bergamo il 13 marzo del 1991, ormai vive da dieci anni a Padova, ma la sua storia pallanuotistica è iniziata a Osio, dove ha giocato fino a 17 anni e ha fatto tutta la trafila del settore giovanile fino ad arrivare alla serie B. Laura con il suo ruolo da portiere fin da piccola ha collezionato successi: nel 2008 ha vinto un oro europeo under 17 a Gyor ed è stata premiata pure miglior portiere della manifestazione, l’anno dopo è arrivata a Padova, ha conquistato il primo scudetto giovanile con l’under 19, nel 2010 ne ha conquistato un secondo, con la nazionale ha ottenuto nel 2013 un bronzo alle universiadi di Kazan . Nel 2014 ha partecipato agli Europei di Budapest con il setterosa arrivando quarta, nel 2015 ha iniziato a vincere tutto con la Lantech Plebiscito, Scudetto, Coppa Italia, con il setterosa ha conquisto la medaglia di Bronzo ai mondiali di Kazan, nel 2016 ha conquistato il secondo scudetto con i colori del Padova e con il setterosa ha vinto il bronzo agli europei di Belgrado, ha conquistato il pass per Rio e ora è pronta a iniziare l’esperienza dei cinque cerchi. “Mi trema la voce a parlarne”- così racconta la numero 1 patavina -“Sono molto emozionata per questa nuova avventura che mi aspetta e non vedo l’ora di partire. Penso sia il traguardo più grande per ogni atleta e averlo raggiunto è davvero gratificante. So che il mio ruolo sarà molto difficile ma cercherò di farmi sempre trovar pronta se mai dovessi essere chiamata ad aiutare la squadra. In ogni caso voglio vivermi questa olimpiade al 100% , non lasciandomi sfuggire nessun particolare e godendomi ogni singolo attimo perché penso sia una esperienza unica”.

Elisa Queirolo è al numero 6 della Lantech Plebiscito, lei è nata a Santa Margherita Ligure il 6/3/1991 ed è anche studentessa università scienze biologiche. Elisa prima di vincere con la Lantech ha vinto altrettanto con il Rapallo Nuoto e con il Pro Recco. Il suo palmares è infinito: 1 Coppa Len (Rapallo ’11); 1 promozione in A1 (Rapallo ‘06), 8 primi posti campionati giovanili (‘03/’08), 4 Scudetti (Pro Recco ’12, Rapallo ’13, Padova ’15 e ‘16), 1 Coppa Campioni (Pro Recco ’ 2), 1 coppa LEN ( Rapallo ’11), 1 Supercoppa (Pro Recco ’12); con la nazionale giovanile Argento Europei classe ‘89 ( ‘08), Oro Europei classe ‘91 (Gjor ‘08); con la Nazionale Maggiore:2 argenti World leaugue ( ’11 e ’ 4), oro Europei (Eindhoven ’12), Bronzo mondiali ( Kazan ’15), bronzo europei ( Belgrado ’16), qualificazione olimpica ( Gouda ’16).

Dopo l’infortuno all’occhio Elisa così presenta la sua avventura olimpica: “Non vedo l’ora di arrivare a Rio. È un sogno che si avvera, soprattutto perché dopo il mio infortunio all’occhio non avevo la certezza di recuperare in tempo. Pensare che tra pochi giorni partiremo per il Brasile mi fa venire la pelle d’oca. Le olimpiadi sono l’evento a cui ogni atleta vorrebbe partecipare e per cui molti darebbero qualsiasi cosa, quindi sono onorata di poter partecipare a questi giochi. Se tutto questo è possibile comunque lo devo soprattutto alle persone che mi hanno sempre supportato nel mio percorso sportivo e nei momenti peggiori come quando ho scoperto che dovevo operarmi all’occhio per il distacco parziale della retina”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy