Pallanuoto, l’A1 femminile supera il Florentia, niente da fare per l’A2 maschile

Pallanuoto, l’A1 femminile supera il Florentia, niente da fare per l’A2 maschile

di Beatrice Barbiero

Serie A1 femminile, quarta giornata di ritorno positivo per le patavine, che tra le mura amiche di via Geremia tornano alla vittoria superando per 10 a 5 la Rari Nantes Florentia.

“La partita è andata come mi aspettavo” commenta il tecnico Stefano Posterivo “siamo partiti un po’ pesanti, abbiamo fatto una settimana impegnativa in vista della Coppa Europea ed oggi abbiamo trovato un buon Florentia. A tratti abbiamo commesso qualche leggerezza, però in generale è stata una buona partita, combattuta, utile anche a prepararci alla settimana prossima”.

Sabato 23 febbraio infatti la Lantech//Longwave Plebiscito sarà a Budapest, nella partita di andata dei quarti di finale di Euro League contro l’UVSE (ritorno sabato 9 marzo in casa): “la squadra la conosciamo bene, sappiamo che è di alto livello, già l’anno scorso le abbiamo incontrate e pur avendo pareggiato in casa loro, abbiamo poi ceduto nella giornata di ritorno. Noi vogliamo semplòicemente giocarci tutte le nostre carte, e se ci mettiamo l’atteggiamento giusto, con il fuoco dentro che spesso abbiamo avuto in questi anni, allora sono carte che si possono giocare. Dipende da noi, l’avversario è di qualità, noi dobbiamo dare il meglio che possiamo e vedremo dove arriveremo”.

PLEBISCITO PADOVA-RN FLORENTIA 10-5

PLEBISCITO PADOVA: Teani, Barzon 2 (1 rig.), Savioli, Gottardo 1, Queirolo, Casson, Millo 1, Dario, Grab 3, Ranalli 2, Meggiato, Armit 1, Giacon. All. Posterivo

RN FLORENTIA: Banchelli, Rorandelli, Cortoni, Cordovani 1, Mckelvey 2, Crevier, Sorbi 1, Francini, Giachi 1, Giannetti, Marioni, Cotti, Perego. All. Sellaroli

Arbitri: Taccini e Sponza

Parziali 3-1, 3-3, 2-1, 2-0
Nel secondo tempo Crevier (F) fallisce un rigore (parato). Uscite per limite di falli: Millo (P). Superiorità numeriche: P 3/6 + un rigore, F 2/8 + un rigore. Spettatori: 100 circa.

In foto: Devin Grab (credit Rosario Turrisi)

SERIE A2 MASCHILE

Decima giornata amara per la serie A2 maschile del Plebiscito Padova, che cede in casa al Civitavecchia per 6 a 4.

Una partita non brillante da parte i patavini, che il tecnico Igor Martinovic commenta così: “abbiamo avuto un approccio sbagliato fin dall’inizio, l’abbiamo sofferta davvero troppo sin dall’inizio.  Tre tempi senza fare gol, e poi gli ultimi quattro minuti dell’ultimo tempo abbiamo segnato i 4 gol della partita, ci siamo un po’ svegliati ma ormai era tardi ed eravamo anche abbastanza stanchi. Dobbiamo cambiare atteggiamento e affrontare diversamente le partite, dobbiamo rischiare, fin dall’inizio con un gioco aggressivo senza aspettarsi che gli altri facciano gli errori. Dobbiamo essere noi a creare le azioni e mettere sotto pressione chiunque, i ragazzi devono prendere consapevolezza del loro valore e non tirarsi indietro. Bisogna avere più coraggio e pensare solo a vincere”.

Sabato 23 febbraio l’ultima giornata di andata che sancisce la metà del campionato: “la prossima partita ci vedrà contro il Crocera Stadium” continua Martinovic “l’ennesima squadra ligure che incontriamo, e fuori casa è sempre difficile. Però andiamo lì per giocarcela, il 25 maggio a fine campionato tireremo le somme. Piano piano miglioreremo, ci risolleveremo, dobbiamo solo essere più determinati e rischiare di più”.

C.S. PLEBISCITO PD-N.C. CIVITAVECCHIA 4-6

C.S. PLEBISCITO PD: Destro, Segala, Tosato, Chiodo, Savio, Barbato 1, Gottardo 1, Robusto, Zanovello 2, Calabresi, Rolla, Leonardi, Tomasella. All. Martinovic

N.C. CIVITAVECCHIA: Visciola, Muneroni, Minisini 1, Ballarini, Checchini 1, Echeniqhe, Carlucci, Pagliarini 2, Romiti 2, Simeoni, Moretti, Greco, Mancini. All. Pagliarini

Arbitri: Rovandi e Gomez

Parziali 0-1, 0-2, 1-3, 3-0
Nessun giocatore uscito per limite di falli. Cartellino giallo alla Plebiscito per simulazione nel terzo tempo. Superiorità numeriche: Plebiscito 0/9, Civitavecchia 2/8. Spettatori: 100 circa.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy