RUGBY, IL PETRARCA FATICA MA VINCE

RUGBY, IL PETRARCA FATICA MA VINCE

Il Petrarca torna alla vittoria e lo fa, si sarebbe detto una volta, giocando di rimessa. Perchè a fare la partita è stato prevalentemente il Parma, che però, oltre a concretizzare poco, ha commesso un paio di incredibili svarioni, il primo dei quali è costato una meta. Siamo al 18′ e c’è una touche a favore del Parma in fase difensiva. Giazzon lancia bene, Vosawai tocca bene all’indietro. Ma dentro l’area dei 22. Quartaroli e Iannone sono in netto vantaggio.

«La prendo io, la prendi tu», sembrano dirsi. Da dietro arriva Bezzati, che in tuffo appoggia la mano sulla palla per la meta petrarchina che un Mercier meno brillante del solito trasforma, portando i bianconeri in vantaggio per 10-3. Immediata la reazione del Parma, che al 28′ trova la segnatura con Giazzon in fase di mischia. Irving (che poco prima ha fallito un facile calcio) non trasforma. Punteggio di 10-8. Segue una fase in cui di gioco se ne vede nulla, finchè al 36′ Costa Repetto riesce a trovare un varco e si incunea dentro l’area dei 22 metri, subendo fallo. Nella mischia che segue, Ansell porta fuori la palla, ma a segnare è Padrò. Si va al riposo sul punteggio di 17-8.

La ripresa inizia ancora con Parma all’attacco. I ducali si divorano al 6′ una meta con Favaro. Al 13′ il Petrarca contrattacca per la prima volta. Mercier calcia una palla lunghissima. Iannone, impacciato, la recupera dentro l’area dei 22, ma è costretto ad annullare. Mischia ai 5 metri per i padovani. Introduzione ottima e uscita per Galatro che elude un placcaggio e segna la terza meta (Mercier trasforma), portando il punteggio sul 24-8. Ci si aspetta che il Petrarca segni ancora, che guadagni anche il punto di bonus, ma da questo momento in campo si vede solo il Parma, con i bianconeri in debito d’energie. Presutti, che meglio di tutti sa della condizione dei suoi giocatori, si becca qualche fischio quando al 23′ esorta Mercier a piazzare da quasi metà campo, invece che cercare la rimessa laterale. Il francese sbaglia, ma la scelta del tecnico era giusta. Il Parma in almeno due occasioni va vicinissimo alla meta, con buone giocate alla mano in più fasi. Meta che arriva al 32’con una bella corsa di Riccardo Pavan all’ala. Per Irving però non è davvero giornata e la trasformazione non arriva.

Gli emiliani continuano ad avanzare, il Petrarca è molto falloso, ma in questo modo gestisce il vantaggio e porta a casa 4 preziosissimi, e meritati punti che alimentano le speranze di andare ai play off.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy