Volley Eagles Vergati, a Massanzago il primo derby della stagione

Volley Eagles Vergati, a Massanzago il primo derby della stagione

Commenta per primo!

Volley Eagles Vergati – BTM&Lametris Massanzago:  1 – 3

(21 – 25, 25 – 17, 24 – 26, 22 – 25).

Volley Eagles Vergati: Milani 10, Lucrezia 3, Vianello 19, Galtarossa 4, Nicoletto 1, Mario 10, Mattiuzzi 3, Trovò 1, Arturo 5, Nodari (L). Non entrati: Perciante, Baldin, Frison (L). Allenatore: Luca Zanon.

BTM&Lametris Massanzago: Caddeo 6, Venturin 1, Tovo 4, Formilan 7, Belliato 5, Filippi 3, Ribon 13, Casarin 19, Favaro, Dal Corso (L). Non entrati: Salvadori, Mioli, Pelosin (L). Allenatore: Renato Barbon.

Note. Servizio: Volley Eagles Vergati errori 13, ace 3; BTM&Lametris Massanzago errori 14, ace 1. Muro: Volley Eagles Vergati 8; BTM&Lametris Massanzago 12. Ricezione: Volley Eagles Vergati 59%; BTM&Lametris Massanzago 63%. Attacco: Volley Eagles Vergati 47%; BTM&Lametris Massanzago 51%.

Volley Eagles Vergati – BTM& Lametris Massanzago primo derby patavino della stagione. Sin dall’incipit della gara, lo spettacolo non manca; ambo le formazioni sfoderano da subito le difese migliori, coprendo ogni centimetro quadrato del parquet del palazzetto di Lissaro. La formazione allenata da Barbon parte bene nel primo set. Sul 13 – 18 per i gialloneri, in casa Eagles arriva il primo cambio; in banda Milani al postò di Trovò che immediatamente chiamato in causa da Nicoletto mette a terra il pallone. Nonostante il cambio, tra le fila Vergati si fatica a trovare continuità e sembra svanita la tenacia dimostrata durante i primi scambi del derby. Il primo parziale va a Massanzago, che trascinato da Ribon chiude per 21 -25.

Al rientro in campo coach Zanon conferma Milani in banda per Trovò che completa la diagonale con Vianello. Seguono Artuso e Mattiazzo al centro, Nicoletto in posto 3, Mario opposto e Nodari libero. Dopo una partenza equilibrata, il gruppo Eagles tenta la fuga; è proprio questo il momento in cui coach Zanon chiama in causa Galtarossa, efficace al servizio (11 – 8). Massanzago soffoca di fronte agli attacchi Vergati e Barbon chiama a rapporto i suoi sul 18 – 11 . Il vantaggio del sestetto verbeblù si fa sempre più consistente e aumenta di pari passo l’incertezza per Massanzago, che commette troppi errori (23 – 13). Volley Eagles riapre il derby aggiudicandosi il secondo set per 25 – 17.

Come in ogni derby che si rispetti comincia a salire la fame di vittoria. Il terzo set vede entrambe le squadre attaccare a tutto braccio e lottare su ogni pallone. Anche i pubblico percepisce la tensione agonistica dei giocatori in campo, si infiamma in tifo sugli spalti. In una lotta punto a punto arriva anche il momento del classe ’93 Lucrezia, che subentra a capitan Mario. Sul set point per gli ospiti coach Zanon chiama un time out volto a spezzare il gioco. Missione compiuta: Tovo sbaglia completamente il servizio. Al cambio palla però Milani fa lo stesso, è ancora set point Massanzago che con il muro di Casarin mette in saccoccia il terzo parziale per 24 – 26.

Quarto set decisivo. Per Volley Eagles Vergati significherebbe rimandare il verdetto al tie – break per Massanzago, chiudere il set vorrebbe dire ottenere altri tre punti ed essere a punteggio pieno. Anche il quarto parziale vede le due squadre equivalersi e lottare per la supremazia palla su palla. Tuttavia basta perdere la lucidità per un momento per perdere terreno; è quello che succede a Vergati che lascia sfuggire Massanzago che ha ormai capito dove colpire il sestetto verdeblù. Con un’ultima azione contestata da Vergati per il presunto attacco out dei gialloneri, Massanzago porta a casa il derby (22 – 25).

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy