Volley Eagles Vergati, a tu per tu con Andrea Baldin

Volley Eagles Vergati, a tu per tu con Andrea Baldin

di Cecilia Bacco

Per la Serie B maschile Volley Eagles Vergati il fine settimana che sta per cominciare sarà lontano dai campi di gioco. Per gli atleti di coach Zanon è in calendario il turno di riposo che si spera essere provvidenziale per le gare a venire. A cominciare dal match che domenica 26 novembre vedrà Volley Treviso – formazione giovanissima, formata da ragazzi tra i 18 e i 20 anni – giungere al comunale di Lissaro. La gara con gli orogranata ha già un peso specifico elevato vista la necessità di Mario e compagni di cominciare a racimolare qualche punto.

Di questo avvio di stagione e delle insidie che un nuovo e competitivo campionato come la Serie B può portare a una squadra neopromossa, se ne è parlato con Andrea Baldin, schiacciatore Volley Eagles che lo scorso anno ha festeggiato la promozione dopo la vittoria ai playoff e che nelle prime tre gare di campionato è rimasto ai box a causa di un infortunio alla spalla destra rimediato in Coppa Veneto. «Al mio rientro ho provato un grande sollievo – attacca Baldin – essere a disposizione di compagni e allenatore era quello che desideravo maggiormente. Lo stop si sente, parto un po’ più indietro rispetto ai miei compagni che contano più allenamenti e più affiatamento nelle situazioni di gioco. Comunque questo non è un problema, perché con la maggior parte dei ragazzi ci conosciamo a memoria e tante cose ci vengono naturali».

Quando gli viene chiesto cosa possa essere mancato in queste prime gare, senza giri di parole Baldin risponde «dobbiamo allenarci e giocare con il massimo dell’attenzione perché migliorando anche i piccoli dettagli possiamo mettere i compagni nelle giuste condizioni per chiudere i set. Questo ci è mancato, specialmente nei momenti caldi, in queste prime partite. Siamo riusciti a tenere testa ad avversari più forti ma alla fine per superficialità non siamo riusciti a vincere i set». Questa disattenzione negli episodi decisivi delle partite è costato caro al gruppo Volley Eagles Vergati che nell’ultima gara con il Valsugana sembra aver messo da parte quella grinta e quella capacità di supportarsi l’un l’altro che contraddistingue il gruppo. «La grinta non è venuta meno anzi, sta aumentando perché il nostro unico obiettivo è trovare la prima vittoria che poi ci permetterà di giocare più tranquilli. In palestra il clima è sempre ottimo e l’entusiasmo lo stesso; continuando a lavorare con serenità e attenzione riusciremo a raggiungere i primi tre punti della stagione».

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy