Volley Eagles Vergati, k.o. a Porto Viro

Volley Eagles Vergati, k.o. a Porto Viro

di Cecilia Bacco

Alvainox Delta Porto Viro – Volley Eagles Vergati: 3 – 0

(25–16, 25–19, 27–25). Tot. 1h 14’.

Alvainox Delta Porto Viro: Osellame 2, Luisetto 9, Lamprecht 1, Cuda 11, Masiero 11, Maniero 14, Gallo 5, De Angeli, Fusaro (L), Fregnan (L). Non entrati: Perini, Pavan, Ruffo, Trolese. Allenatore: Mario Di Pietro.

Volley Eagles Vergati: Perciante, Milani 5, Lucrezia 4, Vianello 13, Galtarossa 5, Mario 10, Mattiuzzi 1, Artuso 2, Baldin 2, Nicoletto, Nodari (L). Non entrati: Trovò, Frison (L).

Note. Servizio: Alvainox Delta Porto Viro: errori 7, ace 6; Volley Eagles Vergati: errori 11, ace 5. Muro: Alvainox Delta Porto Viro 10; Volley Eagles Vergati 4. Ricezione: Alvainox Delta Porto Viro 59%; Volley Eagles Vergati 48%. Attacco: Alvainox Delta Porto Viro 57%; Volley Eagles Vergati 47%.

Porto Viro è una compagine di indubbia forza e compattezza, ma forse un set ci starebbe stato. È questo il rammarico Volley Eagles Vergati che in provincia di Rovigo poco ha da dire nel corso dei primi due parziali per poi svegliarsi nel terzo set, che quasi quasi rischia di vincere. Il sestetto schierato da Zanon è quello che ha guadagnato la salvezza con la Kioene Padova: Perciante e Lucrezia, Vianello e Milani, Artuso e Galtarossa, Nodari a difesa della seconda linea.

Porto Viro privo di Dordei e con un sestetto un po’ rimaneggiato in ottica playoff ha vita facile nel primo parziale, in cui la squadra ospite fatica molto in ricezione e di conseguenza in attacco. Il gioco incerto Vergati permette a Porto Viro di sfruttare particolarmente il muro. Il primo set si chiude con il punteggio di 25-16.
La musica non cambia nel secondo set, con Porto Viro un passo avanti. In questo parziale sono le battute di Cuda e Maniero a dare filo da torcere alla ricezione padovana. In 23′ minuti si conclude il secondo set, 25-19, in favore dell’Alvainox.
Il terzo set segna fin da subito il calo dei padroni di casa e la crescita Eagles, che si comporta come un diesel e scaldati i motori acquisisce sicurezza. Il terzo set vede entrare Baldin per Milani, dopo gli inserimenti di Nicoletto e Mario nel corso della gara. Vergati è sempre vicino ai padroni di casa (16-15, 21-20) fino al vantaggio sul 21-23. Vantaggio sfumato e trasformato in testa a testa con Eagles che non concretizza un paio di set point di cui approfitta Porto Viro, che chiude per 27-25 con un ace ai danni di Baldin.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy