Campodarsego, Andreucci carica i suoi: ” A Sandonà sarà una battaglia”

Campodarsego, Andreucci carica i suoi: ” A Sandonà sarà una battaglia”

di Gianmarco Zandonà

Dopo il successo rocambolesco di sei giorni fa in casa del Tamai per 5-4, c’è una nuova trasferta sulla strada del Campodarsego. Domani, valida per la 30.ma giornata del girone C di Serie D, si gioca la sfida sul campo del Sandonà: una formazione ostica, con giocatori validissimi e che all’andata mise i biancorossi in seria difficoltà, ma che nonostante ciò ha un vitale bisogno di punti e si trova impelagata nella lotta salvezza. Queste le dichiarazioni del tecnico del Campodarsego, Antonio Andreucci, alla vigilia del match.

Sull’ultima partita: “In ogni caso una vittoria fa sempre bene, al morale e al gruppo, soprattutto sapendo che il Tamai è una squadra molto pericolosa in questo momento. Sul come sia arrivata, questa vittoria, c’è poi da riflettere un po’: con un ampio vantaggio dopo dieci minuti della ripresa, abbiamo messo in discussione la gara e su questo dobbiamo lavorare. Ancora una volta questo campionato si dimostra imprevedibile, ci siamo messi a lavorare per la prossima partita consapevoli delle cose buone e di quelle meno buone che abbiamo mostrato: non siamo abituati a prendere certi gol, ma ci siamo proposti molto in avanti e nel primo tempo abbiamo giocato a gran ritmo, e questo forse l’abbiamo un po’ accusato nella ripresa. Abbiamo le capacità per gestire i risultati in maniera migliore, e dobbiamo dimostrarlo”.
Sull’avversaria: “Il Sandonà è ancora in zona playout, ma è una squadra che ha dei valori e dei giocatori importanti per la categoria. Il fatto che siano in quella situazione dimostra che l’equilibrio di questa categoria ti può portare, a volte, anche in situazioni non previste: questo aspetto deve avvalorare quanto di buono ha fatto il Campodarsego sinora”.
Sulla partita: “Due squadre che giocano, organizzate e volitive. Credo che sarà una bella battaglia, dovremo essere bravi dal punto di vista tattico perchè il Sandonà sa sfruttare bene gli spazi e ha un giocatore come Paladin che tra le linee può essere pericoloso. Mi aspetto che, vista la loro necessità di punti, provino a giocarsela a viso aperto, ma noi vogliamo dimostrare di poterci far valere in ogni situazione”.
Sulla squadra: “Direi che Raimondi è ormai completamente recuperato, piano piano sta recuperando anche Franciosi ma dobbiamo ancora valutare se sarà a disposizione per domani”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy