Campodarsego, domani trasferta a Trento. Mister Andreucci: “Voglio vedere personalità”

Campodarsego, domani trasferta a Trento. Mister Andreucci: “Voglio vedere personalità”

di Gianmarco Zandonà

C’è una sfida sicuramente impegnativa, sulla strada del Campodarsego. Nella penultima giornata del girone d’andata della serie D, domani alle 14.30 i biancorossi di mister Andreucci, reduci da tre pareggi consecutivi, sono ospiti del Trento, formazione fortemente competitiva e rinforzata dagli arrivi del mercato di dicembre. Senza gli squalificati Leonarduzzi, Barison e Caporali, il Campodarsego cercherà con ardore il ritorno al successo, pur su un campo difficile come il “Briamasco”. Queste le dichiarazioni del tecnico biancorosso, Antonio Andreucci, alla vigilia della sfida.

Sull’avversario: “Le motivazioni saranno importanti: giochiamo in uno stadio vero che profuma di professionismo, e un pubblico numeroso che spingerà il Trento a risalire la classifica. Vogliamo far bene, in un ambiente caldo e che per noi deve essere uno stimolo vero. Sarà un partita aperta, contro una squadra esperta: in questo mercato hanno inserito giocatori importantissimi, come Sabato, Petrilli, Roveretto, Cristofoli, Frulla. Noi ci presentiamo con i nostri giovani, con personalità, per provare a ripetere alcune prestazioni che sin qui ci hanno regalato grandi soddisfazioni e punti importanti, e avendo fiducia, come mercoledì quando abbiamo provato a vincere anche in nove”.
Sul momento: “Il clima è sereno, lo vedo sia in campo che in spogliatoio: noi vogliamo fare bene, e faremo bene, ne sono certo”.
Sull’avversario: “Noi dobbiamo giocare una partita tatticamente molto applicata, e avere la personalità di provare a giocare quando saremo in possesso di palla. Dal punto di vista difensivo servirà grande attenzione, nella fase opposta cercare le nostre giocate, quelle che sappiamo fare e che già abbiamo dimostrato di possedere”.
Sulla squadra: “Commettiamo degli errori che dimostrano che ancora paghiamo un pizzico di inesperienza, messa insieme al fatto che alcuni giocatori mercoledì rientravano dopo tanto tempo e non potevano avere, gioco forza, un ritmo partita immediato. Abbiamo tre squalificati, ma io penso solo a chi scenderà in campo: abbiamo messo nel motore un altro giocatore come Michelotto, che mercoledì ha già dimostrato il suo valore, e tanti ragazzi che vorranno mettersi in mostra. Non c’è occasione migliore”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy