Campodarsego, tempo di big match. Andreucci: “Adriese? Sarà una gara stimolante”

Campodarsego, tempo di big match. Andreucci: “Adriese? Sarà una gara stimolante”

di Redazione PadovaSport.TV

Tre squadre in due punti, una lotta per la vetta della classifica fattasi avvincente e combattuta. Domani, alle 14.30, ad Adria va in scena lo scontro diretto tra due delle tre battistrada: Adriese (capolista con l’Arzignano) e Campodarsego due lunghezze indietro) si sfidano per la leadership del girone C di serie D, una gara dai mille contenuti e dall’altissimo valore per la classifica. I biancorossi, partiti benissimo in questo girone di ritorno e capaci di ricucire il divario dei rodigini in questo primo mese di partite, sono pronti alla sfida. Ecco le dichiarazioni del tecnico del Campodarsego, Antonio Andreucci, alla vigilia del match.

Sulla partita: “Non esistono partite che si preparino da sole: questa, pur essendo uno scontro diretto, non fa eccezione. Una gara molto stimolanti, di alta classifica e contro una squadra forte: noi ci stiamo preparando bene e andremo a giocarcela come sempre. Sarà una partita tutta da vivere: sarà importante, ma non ancora decisiva ai fini della stagione. Fino ad oggi questo tipo di partite le abbiamo sempre giocate in una certa maniera: merito dei giocatori, significa che le sanno preparare bene”.
Sul momento della squadra: “All’andata era il mio debutto sulla panchina del Campodarsego: un contesto e una situazione diversi rispetto a quella attuale. Sono passati tanti mesi, ogni gara fa storia a sè tanto più adesso, che le due rose sono state notevolmente rinforzate. Detto questo, a distanza di un girone dal mio arrivo sulla panchina biancorossa, direi che il Campodarsego è cresciuto soprattutto sotto il profilo della consapevolezza dei suoi mezzi. Questo è ciò che il campo ha detto fino ad oggi, ma nel calcio non c’è tempo di sedersi e pensare a queste cose: in questo momento della stagione non c’è alcuna certezza, se non la voglia di fare bene”.
Sulla mentalità: “Sbagliato sarebbe pensare agli ultimi risultati dell’Adriese, pensiamo solo a noi stessi: è questa l’unica cosa che mi interessa. La maniera migliore di affrontare questa gara è avere grande rispetto per gli avversari, ma il Campodarsego deve assolutamente pensare al suo gioco, e al fatto che contro un avversario simile gli errori andranno limitati al minimo”.
Sulla squadra: “Stiamo tutti bene, ho tutti i giocatori a disposizione, compresi i nuovi innesti Nnodim e Giorgi: devono inserirsi in un contesto, per loro ci sarà ancora da lavorare un po’, ma ci sono. Giorgi, l’ultimo arrivato, ha fisicità e ci darà una grossa mano: ha molta voglia di imparare, e questo ha aiutato il suo inserimento nel gruppo finora”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy