Il Venezia riparte, Inzaghi: “Primo obiettivo la salvezza, vogliamo essere la mina vagante”

Il Venezia riparte, Inzaghi: “Primo obiettivo la salvezza, vogliamo essere la mina vagante”

Il Venezia riparte (ieri il raduno, oggi si sale a Sappada per l’inizio del ritiro). Per mister Inzaghi gli obiettivi sono chiari: si parte a fare spenti, primo pensiero la salvezza: “L’anno scorso il Venezia ha fatto qualcosa di fantastico – ha sottolineato l’allenatore – ma ce lo dobbiamo lasciare alle spalle. Adesso dovremo realizzare un altro piccolo capolavoro, non sarà semplice, ma ci proveremo. Dovevamo provare a salire in B, e ci siamo riusciti, adesso bisogna rimanerci, tanto è vero che nel mio contratto c’è anche il premio salvezza. Non dobbiamo fare voli pindarici, ma essere estremamente realisti, a nessuno è riuscita l’impresa di tre promozioni consecutive dalla D alla A. Non partiremo battuti con nessuno, ma non vogliamo nemmeno vendere fumo alla gente». Innesti giovani, finora, nel Venezia. «Tutti ottimi elementi e ragazzi seri – ha confermato Inzaghi – alcuni li conosco benissimo, dovremo inserire altre due o tre pedine di esperienza, una per reparto, ma ho grande fiducia in Giorgio Perinetti, so che arriveranno elementi giusti. Il mio augurio è che il Venezia possa diventare la mina vagante del prossimo campionato di Serie B».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy