La Luparense si presenta, Zarattini: “Ora servono più strutture, la squadra deve restare nel suo paese”

La Luparense si presenta, Zarattini: “Ora servono più strutture, la squadra deve restare nel suo paese”

di Redazione PadovaSport.TV

Splendida atmosfera ieri allo stadio di San Martino di Lupari per la presentazione delle squadre dei Lupi per la stagione 2018/19 (prima squadra e giovanili). Di fronte a una platea che ha riempito gli spalti hanno sfilato i ragazzi delle giovanili e tutta la prima squadra, che domenica affronterà la trasferta di Martellago per il debutto nel campionato di Eccellenza. Così il patron Zarattini dal palco allestito: “Finalmente si comincia, non vedo l’ora. Siamo pur sempre una neo promossa, quindi ci sarà innanzitutto bisogno di umiltà. I valori a disposizione del mister sono importanti, non lo nego, ma penso che per la prima volta io debba parlare di gettare acqua sul fuoco perché i campionati si vincono sul campo e non con le parole. Domenica  ci sarà la prima gara di campionato a Martellago e vogliamo partire con il piede giusto, sarà un torneo tosto e ci confronteremo con realtà molto attrezzate che punteranno al primato. Non sarà facile ma io sono fiducioso”. Poi un flash sulle strutture: “Speriamo di crescere ulteriormente non solo scalando le categorie, bensì anche con le strutture. Oggi purtroppo non abbiamo a disposizione degli impianti che ci permettono di far restare la Luparense ad allenarsi a San Martino, ad esempio il settore giovanile deve andare a Castelfranco e la prima squadra si allena ad Arsego. C’è bisogno di nuove strutture per permettere a tutti di restare nel proprio paese, allenandosi e giocando nello stesso posto. Per lo stadio poi abbiamo già l’idea di un progetto, ampliandone la capienza per le categorie superiori che si spera possano arrivare: San Martino e i sammartinari meritano palcoscenici sportivamente importanti”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy