Maldonado, il crack della serie D che non può salire di categoria: “Mi voleva il Cittadella ma…”

Maldonado, il crack della serie D che non può salire di categoria: “Mi voleva il Cittadella ma…”

di Redazione PadovaSport.TV

Nell’ultima stagione con l’Arzignano è letteralmente esploso, andando in doppia cifra da play-basso. Parliamo di Luis Maldonado, ecuadoregno di 22 anni, centrocampista centrale dal piede raffinato, ma allo stesso tempo potentissimo. Ancora prima della fine del campionato, Maldonado ha ricevuto chiamate da tutta Italia, corteggiato da club di serie B e serie C. Il Cittadella si era mosso con decisione per portarlo subito in B, poi Venezia e Cremonese e una fila di squadre della Lega Pro. Ma Maldonado è prigioniero del suo passaporto: “Non posso giocare in categorie superiori a causa di problemi burocratici legati al mio passaporto – ha spiegato lo stesso giocatore gialloceleste, intervistato da Il Giornale di Vicenza – mi hanno chiamato dalla Serie B Venezia, Cremonese e Cittadella e praticamente tutta la Lega Pro». Maldonado ha deciso di rimanere all’Arzignano (l’alternativa era spostarsi all’estero) per inseguire il sogno della promozione: “Ho scelto di restare per dare continuità al progetto che mi hanno offerto ancora la scorsa stagione – spiega – inoltre i compagni rimasti e i nuovi acquisti sono tutti ottimi elementi per la Serie D”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy