Matera-Venezia: lucani in formazione tipo, Venezia con le riserve

Matera-Venezia: lucani in formazione tipo, Venezia con le riserve

Se volessimo dipingere con una metafora la finale di questa sera tra Matera e Venezia (partita di andata), potremmo dire che i padroni di casa si presenteranno in frac mentre gli ospiti in tuta e scarpe da ginnastica. Tradotto: titolarissimi protagonisti in campionato per il Matera, seconde linee per i lagunari. Poi la realtà dice che il Venezia ha una rosa di grande qualità che può permettersi anche di far rifiatare gli interpreti del primo posto nel girone B. “Parliamo di una partita che si gioca in 180 minuti – ha detto Gaetano Auteri, tecnico del Matera, in conferenza stampa – È una finale importante per noi, vogliamo scrivere la storia. È un traguardo che vogliamo raggiungere, per il fascino e per il prestigio, per poter regalare a questa società la prima Coppa Italia per quanto riguarda la Lega Pro. Noi stiamo bene e siamo davvero motivati. La squadra è carica come ha dimostrato domenica contro il Messina. Inzaghi non farà giocare i titolari? Noi invece non abbiamo problemi fisici, per questo possiamo giocare tre match in sette giorni. Ci tengo a precisare che non c’è un Matera uno e un Matera due, c’è solo il Matera. Ovviamente, in campo, andranno le pedine che riterrò più giuste, perché è una finale ed è una competizione che vogliamo vincere, poi non so quello che farà Inzaghi”. Nel Venezia, salvo sorprese, i vari Facchin, Domizzi, Zampano, Garofalo, Falzerano, Moreo, Geijo partiranno dalla panchina.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy