Mestre, Zironelli: “Che partita di Kabine e Sottovia!”

Mestre, Zironelli: “Che partita di Kabine e Sottovia!”

Mauro Zironelli può giustamente godersi la vittoria, perché è stata una bella prova, anche se psicologicamente è sempre dura giocare da primi. «Con il rotondo successo di Tamai, non ci serve neanche aspettare di sapere cosa abbia fatto dopo la Triestina. Faccio i complimenti a tutta la squadra, sopratutto alle due punte Kabine e Sottovia perché hanno giocato la miglior partita. Fatalità, non hanno fatto gol, ma hanno reso possibile gli inserimenti degli altri». Sono stati questi a scardinare lo 0-0 iniziale? «Gli avanzamenti dei centrocampisti sono stati determinanti – risponde Zironelli – perché dopo un quarto d’ora loro si erano compattati ed era difficile trovare dei varchi. Con una palla dietro, invece, Pettarin per primo è stato bravo a sfruttarla».

Con il vostro portiere inoperoso. «Vero conferma il mister arancionero anche perché è stata brava la difesa. Adesso il traguardo è più vicino, con una gara in meno da disputare. Gli altri che giochino pure, noi facciano la nostra partita. Era importante vincere a Tamai, ma adesso pensiamo già al derby con il Noale. Incontro per sua natura insidioso». Bravi anche a non mostrare alcun calo? «Abbiamo concluso una partita giocata con voglia, entusiasmante, tirata per 90′. Tutti si sono sacrificati, tanto di cappello alla mia squadra. Bisogna continuare così. Si è visto anche contro una squadra di contropiedisti, come quella di De Agostini, tenendo duro anche tutto il secondo tempo. Non mi pare proprio ci sia stato un calo, nemmeno nelle gare precedenti. Adesso abbiamo gli stessi punti dell’andata, a parità di partite. E siamo anche riusciti a vincere per 3-0. Questa prova, questa giornata ci premia e ci sostiene ancora di più». (Da Il Gazzettino di Venezia)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy