Serie D, gli attaccanti non vedono la porta: l’Este fa ricorso

Serie D, gli attaccanti non vedono la porta: l’Este fa ricorso

Sul nuovo campo sintetico della Virtus Bolzano, pali e traverse sono grigi: il club giallorosso chiede che il risultato di domenica non sia convalidato

di Stefano Viafora

Entrerà nella storia dei ricorsi più singolari, ma in realtà l’Este (serie D) si è attenuto al regolamento. “I pali e la traversa devono essere di colore bianco” si legge sul regolamento, ma sul nuovo campo sintetico della Virtus Bolzano (che domenica scorsa ha battuto i padovani 4-1), si è dato libero sfogo alla fantasia. Già durante il riscaldamento, i dirigenti giallorossi avevano notato alcuni dettagli di non conformità, il più vistoso il colore grigio di pali e porte. L’Este aveva anticipato all’arbitro Colannino la volontà di procedere al ricorso. Secondo il club giallorosso, gli attaccanti avrebbero avuto difficoltà a… vedere la porta. In questo caso non per limiti tecnici ma proprio per il colore grigio dei pali. “Qualche anno fa durante una partita con il Suzzara – spiega il vicepresidente dell’Este Stefano Marchetti a PadovaSport.tv – l’arbitro ci chiese di abbassare le porte di un centimetro perchè secondo regolamento non erano a norma, e noi in 45 minuti lo abbiamo fatto. Domenica, fossi stato nei dirigenti della Virtus Bolzano, avrei fatto mandare qualcuno al Brico e avrei verniciato i pali di bianco. Si sono rifiutati, vedremo se il risultato verrà convalidato…”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy