Serie D, il campionato delle padovane e i movimenti in vista della prossima stagione

Serie D, il campionato delle padovane e i movimenti in vista della prossima stagione

Si è chiusa senza sorprese la regular season del girone C di serie D, nel quale erano impegnate quattro formazioni padovane. Con la maggior parte dei verdetti già emessi, l’ultima giornata è servita solo a definire i dettagli, specie per quanto riguarda gli accoppiamenti dei playoff e dei playout. Nonostante l’ininfluente sconfitta a Tamai, ha mantenuto il suo terzo posto il Campodarsego, che chiude alle spalle delle corazzate Mestre e Triestina e che, domenica prossima, nel primo turno della post season affronterà i veronesi della Virtus Vecomp, col vantaggio di due risultati su tre a disposizione per accedere alla fase successiva. Comunque vada a finire, le strade del sodalizio biancorosse e di mister Masitto sembrano destinate a dividersi, mentre nelle ultime ore è arrivata la conferma per il ds Gementi. Dovrà invece necessariamente espugnare il “Nereo Rocco” di Trieste per accedere alla finale l’Abano, che con la sconfitta di Vigasio chiude al quinto posto un campionato comunque al di sopra delle aspettative. Anche la panchina neroverde potrebbe cambiare padrone l’anno prossimo, visto che il tecnico Tiozzo è allettato da offerte importante giuntegli anche dalla categoria superiore. Continuerà invece il suo lavoro all’ombra della Porta Vecchia il collega Michele Florindo, riconfermato alla guida dell’Este dopo che i giallorossi hanno conquistato una salvezza abbastanza stentata e che ha tradito in parte le aspettative della dirigenza atestina. Il girone di ritorno, nel quale il team della Bassa ha tenuto un passo da playoff, ha convinto i vertici di via Monte Cero a confermare la fiducia nel tecnico polesano, al quale in effetti non si poteva chiedere molto di più, col materiale umano a disposizione. Torna immediatamente in Eccellenza, dopo un solo anno in categoria, infine, la Vigontina San Paolo, che se non altro ha evitato l’onta dell’ultimo posto e, nell’ultimo turno, si è permessa il lusso di impattare con un pirotecnico 4-4 in casa della dominatrice Mestre. Per quanto riguarda la guida tecnica, Vincenzo Italiano sembra destinato alla conferma, anche se molto dipenderà dagli obiettivi che si porranno i vertici bianconeri dall’estate in poi.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy