Serie D: magia di Valenti, l’Arzignano vola in classifica

Serie D: magia di Valenti, l’Arzignano vola in classifica

di Redazione PadovaSport.TV

Serviva proprio un bel successo per ritornare a correre dopo un momento di leggero appannamento che aveva portato ad un solo punto nelle ultime tre partite. E l’Arzignano Valchiampo l’ha conquistato, andando ad espugnare il Briamasco di Trento per 1-0 grazie ad una magia di Valenti a metà primo tempo. Un successo importantissimo, per il morale e per la classifica.

LA CRONACA – Il match sale subito di tono con le due formazioni aggressive nella metà campo avversaria. Il Trento si fa vedere con un paio di traversoni dalla destra, ben controllati dalla difesa vicentina, mentre l’Arzignano Valchiampo ci prova sfruttando le sponde di Odogwu, ma Panariello fa buona guardia. Al 10’ i giallocelesti recriminano per un fallo di mano in area non ravvisato dal direttore di gara. Al 17’ il risultato si sblocca e la formazione ospite passa a condurre: calcio di punizione dai venticinque metri con Valenti che disegna una perfetta traiettoria che scavalca la barriera e s’insacca nell’angolino basso alla sinistra di Barosi. Il Trento prova a reagire con un traversone di Furlan per Bosio, ben anticipato dalla difesa avversaria, ma poi è ancora Valenti a rendersi pericolosissimo con un sinistro che sfiora l’incrocio dei pali e si accomoda sul fondo. Sabato cerca l’incrocio su punizione, ma il pallone termina alto (27′) e, sul ribaltamento di fronte, Barosi stoppa Odogwu con una coraggiosa uscita a terra. Al 33′ i gialloblù hanno una grande occasione per pareggiare: traversone con il contagiri di Furlan per Dragoni che incorna dal limite dell’area piccola ma Tosi è bravissimo nel respingere l’incornata del centrocampista di casa. Il primo tempo si chiude con il Trento ancora in avanti: traversone dalla sinistra di Bardelloni e girata di prima intenzione di Romagna con il pallone che termina a lato.

Ripresa che si apre con l’allenatore gialloblù che opera due cambi nei primissimi minuti, inserendo prima Bonazzi e poi Bertoldi. L’Arzignano si difende e agisce di rimessa: al 52′ Valenti spedisce sul fondo da pochi passi e, subito dopo, Barosi è attento nell’uscita a terra. Sull’altro fronte Tosi blocca a terra il tiro di Selvatico, ma al 62′ l’estremo difensore ospite è decisivo con un grande intervento sul destro potente di Furlan. I veneti tornano a premere: al 63′ gran botta di Forte e risposta in corner di Barosi che, sugli sviluppi del tiro dalla bandierina, si fanno ancora vedere con Burato, il cui tiro viene disinnescato dal portiere aquilotto. Nel finale il Trento cambia modulo, passando al “4-3-3”, e prova ad assediare la porta ospite, ma la formazione vicentina rintuzza ogni tentativo. Vittoria è arrivata, al termine di una gara pure con una direzione arbitrale “non felice” con un cartellino rosso mancato per un fallo su Burato lanciato a rete, e per un’ammonizione a Forte completamente inventata.

TESTA AL CJARLINS MUZANE – Finisce 1-0 per l’Arzignano Valchiampo che dunque ritrova il successo che mancava dalla trasferta di Tamai. Ora si ritornerà a lavorare, per preparare al meglio il prossimo delicatissimo impegno casalingo, domenica prossima, 02 dicembre, alle 14.30 al Dal Molin, contro il Cjarlins Muzane.

TRENTO – ARZIGNANO VALCHIAMPO 0-1

TRENTO (3-5-2): Barosi; Carella, Panariello, Sabato; Romagna (6’st Bonazzi – 40’st Ferraglia), Furlan, Selvatico, Dragoni (23’st Paoli), Badjan (34’st Baronio); Bardelloni, Bosio (8’st Bertoldi). A disposizione: Russo, Cazzago, Bertaso, Kostadinovic. Allenatore: Luciano De Paola.

ARZIGNANO VALCHIAMPO (4-3-3): Tosi, Spaltro, Ferri, Bigolin, Vanzan; Hoxha, Burato, Forte; Valenti (39’st Lombardi), Odogwu, Fracaro. A disposizione: Dani, Faccio, Peruzzi, Maronilli, Dentale, Antoniazzi, Serroukh, Ibe. Allenatore: Daniele Di Donato.

ARBITRO: Catallo di Frosinone (Poso di Milano e Corradini di Basso Friuli).

RETE: 17’pt Valenti (A).

NOTE: spettatori 400 circa. Campo in buone condizioni. Pomeriggio freddo. Ammoniti Bardelloni (T) per comportamento non regolamentare, Sabato (T), Ferraglia (T) e Forte (A) per gioco falloso. Calci d’angolo 4-2 per il Trento. Recupero 0′ + 4′.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy