Triestina, furia Sannino: “Sono diverso dagli altri allenatori, non concepisco che…”

Triestina, furia Sannino: “Sono diverso dagli altri allenatori, non concepisco che…”

Nonostante la netta vittoria sulla Fermana, il post partita a Trieste è carico di rabbia. Quella di mister Sannino, che ha deciso di togliersi qualche sassolino dalle scarpe, forse per qualche mugugno nelle scorse partite casalinghe o per qualche critica di troppo per il momento grigio appena attraversato: «Io non vorrei neanche parlare – esordisce mister Sannino – di cosa devo parlare? Che se si vince siamo bravi e se invece perdiamo siamo dei coglioni? Voi avete a che fare con una persona che non è uguale agli altri allenatori, che in questo mondo del calcio purtroppo fa fatica a starci per il modo in cui si giudica il lavoro. Non concepisco questa cosa, che se si vince si è bravi, e invece se si perde no. Questo non è il calcio che fa per me, io sono venuto a Trieste per costruire qualcosa, io voglio costruire qualcosa. Qui si lavora dal primo giorno che siamo partiti in ritiro, cambiando 25mila giocatori e cercando di formare una rosa. Sono sempre contento quando si lavora in modo serio come stiamo facendo noi. Io non sono un mago. Se volete il mago, prendete un mago. Io sono un allenatore, l’allenatore di questa squadra, un uomo».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy