Venezia, Cosmi: “Giusta rabbia in campo. Vicario? Che Dio ce lo conservi…”

Venezia, Cosmi: “Giusta rabbia in campo. Vicario? Che Dio ce lo conservi…”

di Redazione PadovaSport.TV

Venezia-Palermo termina 1-1. Soddisfatto Serse Co­smi in sala stampa, al debutto alla guida dei lagunari: «In una settimana, qualsia­si risultato fosse venuto fuori, la mano dell’allenatore si pote­va vedere solo parzialmente: era impossibile incidere, se non in alcuni aspetti. Per la deter­minazione, la rabbia e la voglia di ottenere un risultato positi­vo, non posso dire nulla. I miei giocatori hanno lottato fino al­ la fine contro una squadra mol­to forte. Il Palermo possiede una fisicità che in B non ha nes­suno, noi abbiamo corso tantis­simo anche per merito degli av­versari. Siamo andati in vantaggio con un’invenzione di Ci­tro e l’assist di Bruscagin: grande azione. Sapevamo che per vincere con il Palermo do­vevamo segnare il secondo gol, dispiace aver preso il pareggio su palla inattiva, quando dove­ vamo stare più attenti». Un punto, comunque, ben accetto. «Posso essere soddisfatto, il ri­sultato rispecchia i valori in campo. Vicario? Che Dio ce lo mantenga come oggi: ha fatto quello che deve fare un portiere forte e qualcosina in più. Sotto l’aspetto della solidità difensi­va, questa squadra non ha mai preso imbarcate, il lavoro di Zenga si è visto, è ben chiaro: la squadra ha una solidità difensi­va, anche se non mi piace a vol­te come è uscita palla al piede. Non abbiamo inserito tante co­se, ma ad esempio l’occasione di Pinato su angolo è scaturita da uno schema introdotto con Bazzani in questi giorni».

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy