Vicenza, movimenti dietro le quinte: si allontana ipotesi fallimento

Vicenza, movimenti dietro le quinte: si allontana ipotesi fallimento

Di fronte per la prima volta dopo tanto tempo. E però dopo poco più di un’ora si è deciso di lasciare aperto il consiglio e di ritrovarsi venerdì quando dunque si terrà un nuovo c.d.a. del Vicenza. Sta di fatto che ieri dopo settimane c’è stato un primo seppur breve confronto che ha visto riuniti attorno ad un tavolo il presidente Alfredo Pastorelli e i suoi consiglieri. Tutti presenti, assente solo il vicepresidente e amministratore delegato Marco Franchetto. Dunque ieri c’erano l’altro vicepresidente Simone Dalla Vecchia, i consiglieri Gian Luigi Polato, Stelvio Dalla Vecchia, Leonardo Adamo e AntonioMandato.
L’appuntamento più importante sarà però l’assemblea dei soci di Vi.Fin., la finanziaria che controlla il club di via Schio, che si terrà domani. Sarà in quest’occasione che si capirà se la compagine nata per salvare il Vicenza è destinata ad andare avanti compatta oppure se le crepe createsi in queste ultime settimane non sono più rimarginabili. Che ci sia un malessere diffuso dentro il c.d.a. del Vicenza e dunque dentro Vi.Fin. non è un mistero: da una parte il presidente del club biancorosso Alfredo Pastorelli dall’altra alcuni soci molto critici, altri che stanno temporeggiando. Insomma ancora non ci sarebbe una linea precisa da seguire, o meglio par di intuire che il presidente Pastorelli le idee le abbia assai chiare e non disdegni l’idea di poter anche andare avanti da solo o con pochissimi degli attuali soci. Ma tornando al c.d.a. tenuto ieri e quasi subito rinviato a venerdì prossimo poco, o nulla, è trapelato. All’uscita dall’incontro il solo consigliere Leonardo Adamo ha rilasciato brevissime dichiarazioni e alla precisa domanda se ci sia l’intenzione di andare avanti ha lasciato intendere che questo è possibile. Una cosa però è certa pur nella diversità di vedute che ci sono all’interno di Vi.Fin.: nessuno pensa a far fallire il Vicenza. In attesa di saperne di più, chi fra i tifosi era molto preoccupato dalla prospettiva dei libri in tribunale almeno su questo punto pare possa essere rassicurato. (Da Il Giornale di Vicenza)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy