C’E’ LA BORA A TRIESTE? NO, E’ IL PADOVA!

C’E’ LA BORA A TRIESTE? NO, E’ IL PADOVA!

Conduttore della trasmissione “Padova Sport”, direttore di padovasport.tv

Chi l’avrebbe detto? Con un piede e mezzo nella fossa, il Padova ribalta ogni pronostico e spazza via la Triestina. Un grande carattere, un cuore immenso. Era l’unica cosa che contava questa sera: da Di Nardo e dagli altri giocatori scesi in campo tutta la città di Padova si aspettava una prova così. La salvezza prima di tutto. Poi ci sarà il tempo delle critiche e delle rivoluzioni.

Da sottolineare la grande prestazione di Daniele Vantaggiato, 90 minuti per farsi perdonare una stagione molto al di sotto delle aspettative. Quella di Matias Cuffa, l’ingaggio più azzeccato dalla dirigenza padovana e quella del talentino Bonaventura, che sarà difficile trattenere a Padova, ma che quando ha giocato, ha sempre fatto la differenza.

Che questa stagione sia da insegnamento a Cestaro, la serie B è questa. Ora il Cavaliere dovrà farsi un esamino di coscienza e poi ripartire subito, senza tentennamenti, per costruire il prossimo Padova. Per non trovarsi ogni anno a soffrire fino all’ultimo secondo.

Plauso finale per i tifosi. Al Rocco, seppure in netta minoranza, si sono sentiti solo i padovani. Chapeau.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy