CIN CIN PADOVA

CIN CIN PADOVA

Conduttore della trasmissione “Padova Sport”, direttore di padovasport.tv

Editoriale flash: il brindisi finale tra Pillon e Cestaro è emblematico del clima di grande amicizia che pervadeva ieri lo stadio Euganeo. L’Ascoli, come da copione, ha deciso di non farci male. Probabilmente la stessa sinossi che andrà in scena al teatro di Bergamo, domenica prossima. Aldilà delle considerazioni sull’eticità di queste non-partite di fine campionato, a fine gara in sala stampa si discuteva con alcuni giornalisti del senso di radunare la città attorno alla squadra, con gli sconti e i biglietti gratuiti, in occasione di partite come queste. Per quanto si siano visti alla fine quattro gol, lo spettacolo di ieri sera all’Euganeo è stato, e lo dico senza enfasi alcuna, indecoroso. Non avevo mai sentito i tifosi ridere al gol della propria squadra: così è stato al gol di Soncin. Chi ancora si considera un amante del calcio e dello sport ha pensato bene di abbandonare lo stadio, appena intuita l’antìfona. Per carità, non c’è da strapparsi i capelli per lo stupore (tantopiù quest’anno con esempi clamorosi di partite dell’amicizia in serie A…). Rimane la delusione per aver assistito involontariamente a una partita di wrestling e non di calcio. Che potrebbe anche non bastare per salvarsi.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy