Manca la qualità  a centrocampo ma con un paio di ritocchi siamo da play-off

Manca la qualità  a centrocampo ma con un paio di ritocchi siamo da play-off

Conduttore della trasmissione Padova Sport, direttore di padovasport.tv e dell’emittente Prima Free

Commenta per primo!

A inizio stagione è stato fatto un discorso preciso dalla dirigenza: abbassare il monte ingaggi, valorizzare 2-3 giovani avendo come obiettivo a medio termine la serie A, in un paio di anni. Questo dovrebbe essere un anno di transizione, eppure si è visto che i play-off sono già alla portata dei biancoscudati (complice il solito grande equilibrio, una costante negli ultimi campionati di B). Un piccolo sforzo ulteriore in sede di mercato (questa è l’ultima settimana) potrebbe davvero consentire alla squadra di Calori di rimanere in queste posizioni fino alla fine e tentare l’accesso agli spareggi per la A già in questa stagione. Per farlo, e il pirotecnico 3-3 di Livorno porta ulteriori conferme, è necessario intervenire in alcuni punti. Analizziamo la rosa, reparto per reparto:

PORTIERI: E’ difficile dare un giudizio definitivo sull’affidabilità della coppia Cano-Agliardi. In questo momento la titolarità è stata assegnata al portiere romano, autore di una grande prestazione a Novara. A Livorno però abbiamo assistito a una serie di ingenuità imperdonabili per un portiere di serie B. Intervenire in questo reparto non è una priorità, ma se capita una buona occasione è necessario sfruttarla. VOTO REPARTO 6,5

DIFESA: Presa spesso di mira, la difesa del Padova ha invece, a mio parere, trovato la giusta quadratura dopo una serie di esperimenti. I quattro titolari (da destra a sinistra: Crespo, Legati, Portin, Renzetti) offrono ottime garanzie. Il problema è che solo in un caso li abbiamo visti giocare insieme. Le seconde linee (Cesar e Trevisan) ballano troppo spesso quando vengono chiamate in causa. Anche in questo caso non considero un’urgenza l’acquisto di un difensore, a patto che ci si voglia tutelare dalle numerose assenze, inserendo un nuovo centrale (possibilmente un elemento con buona esperienza). VOTO REPARTO 6,5

CENTROCAMPO: Ecco il vero tallone d’achille del Padova. Inizialmente si è partiti confermando il blocco dello scorso anno (Cuffa, Italiano, Bovo) che nella passata stagione non aveva fatto malissimo (i veri poblemi come ricorderete furono la sterilità dell’attacco e certi svarioni difensivi…). Poi Calori ha scoperto Vicente, preferito spesso a Italiano in regia, e fin lì bene. Con l’infortunio del brasiliano, il netto calo di rendimento di Cuffa e Bovo e le prestazioni poco incisive di Italiano (da cui ci si aspetta sempre tanto) in diverse situazioni siamo naufragati nella zona nevralgica del campo. Jidayi è tornato titolare, in seguito è stato inserito Gallozzi. Ma continua a mancare il “geometra”, e una buona diga. Gallozzi è un’ottima mezz’ala, manca come il pane un regista basso (come piace a Calori) e un centrocampista di quantità. E’ vero abbiamo avuto segnali incoraggianti da Ronaldo, ma se l’intenzione è quella di rinforzare la squadra e provare a scalare posizioni, meglio affidarsi a giocatori già rodati. Reparto da rifondare. VOTO REPARTO 5

ATTACCO: L’infortunio di Succi è una mazzata tra capo e collo. Con Vantaggiato formava una coppia perfetta, invidiata da tutti e fin qui il vero punto di forza del Padova. Sostituire Davide è impresa quasi impossibile, anche pescando in serie A trovare un giocatore che si inserisca alla perfezione negli schemi di Calori e che segni con la regolarità del nostro bomber non è facile. Un segnale incoraggiante: Vantaggiato ha dimostrato in queste ultime partite di non essere la semplice “spalla di Succi”, i gol arriveranno anche dal brindisino. Resta l’incognita De Paula (per ora si limita alle cannonate, vediamo se c’è dell’altro), mentre Totò Di Nardo non si è ancora ben capito che ruolo dovrebbe avere (parte non parte? Aldilà delle dichiarazioni la sua situazione è ancora incerta). Staremo a vedere se la società deciderà di fare un ulteriore sforzo economico prendendo un altro grande attaccante. El Shaarawy e Di Gennaro (quando tornerà) offrono invece ottime garanzie nel ruolo di trequartista. VOTO REPARTO 7

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy