Atteggiamento della squadra e risultati, Foscarini non arriva al mercato

Oggi alle 12 Giorgio Zamuner ha comunicato a Claudio Foscarini l’esonero dalla guida tecnica del Padova, anticipandogli che nelle prossime ore riceverà una chiamata anche dal presidente Roberto Bonetto. L’ormai ex tecnico biancoscudato preferisce non commentare la notizia, ma la delusione riguarda più che altro la tempistica: sperava di poter salvare la squadra grazie alle strategie condivise di mercato che erano pronte ad essere messe in atto. Non sarà lui a beneficiarne (sperando che possano arrivare effettivamente benefici), visto che è ufficiale il ritorno di Pierpaolo Bisoli. Foscarini dopo sei partite paga soprattutto l’atteggiamento remissivo della squadra, visto in queste ultime cinque partite (un po’ meno ieri con il Benevento): giocatori quasi scarichi, poche idee e nessuna voglia di lottare. L’allenatore di Riese Pio X dopo le prime partite ha rinunciato al trequartista, pensando che questa squadra al momento non sia in grado di sostenerlo, optando per un centrocampo più compatto e muscolare. Fuori prima Clemenza poi il fedelissimo Minesso, spazio prima ai senatori, poi a qualche giovane (Serena, Marcandella, Broh e Mazzocco). Il risultato è rimasto invariato, la squadra ha perso la capacità di lottare, continua a subire tanti gol e non dà segni di vita. Se sarà un malato terminale, questo Padova, lo capiremo con il Bisoli-bis che, a differenza di Foscarini, sarà aiutato dai nuovi innesti. Che saranno tanti, questo è sicuro.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy