Calcio e futsal, Padova comanda: i numeri delle due capoliste

Commenta per primo!

E’ un 2018 iniziato sotto i migliori auspici per la Padova sportiva, con riferimento in particolare a calcio e calcio a 5, due tra gli sport più seguiti della città, che vantano una lunga tradizione.
Con la vittoria nel derby il Padova primo in classifica vola a otto punti di distacco sulle inseguitrici dopo 23 giornate. La squadra di Bisoli vanta anche il secondo miglior attacco con 27 reti segnate (dopo la Triestina a quota 30), la seconda miglior difesa (16, dietro alla Reggiana) e la miglior differenza reti (+11). Al momento non sembra esserci una vera e propria antagonista, visto il ritardo delle altre squadre costruite in estate per il vertice della classifica (compreso il Vicenza, martoriato da problemi societari e concentrato adesso a portare a termine il campionato con la salvezza). Il prossimo turno offrirà un altro faccia a faccia rivelatore: il Padova affronterà all’Euganeo l’ambiziosa Sambenedettese.
Il primo posto in classifica è ben saldo anche nelle mani dell’Italian Coffee Petrarca (calcio a 5), dopo aver stra-vinto l’anno scorso la serie C1, lo storico club padovano comanda la serie B con 40 punti contro i 25 di Mantova e Vicinalis, al secondo posto, a 8 gare dalla conclusione. Nessuna formazione, tra serie A, A2 e B ha accumulato un vantaggio così rilevante. Con l’ultima vittoria a Belluno, la squadra di Giampaolo è arrivata a totalizzare anche le bellezza di 100 reti segnate in 14 gare. Di queste, ben 52 portano la firma della coppia Maina-Foglia: l’argentino è arrivato a quota 29 (la media di 2 reti a gara), mentre l’Ex Pallone d’Oro è a quota 23. Sono peraltro primo e secondo nella classifica dei marcatori del Girone B di serie B.
Con queste premesse, a fine stagione calcio e calcio a 5 padovano potranno davvero togliersi grandissime soddisfazioni. Sarebbe la giusta conclusione di un percorso fatto di programmazione, competenza e passione.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy