Da oggetto misterioso con Bisoli a pedina fondamentale nel Lecce: dopo Padova è decollato…

“Bisoli ha giocato un ruolo fondamentale nella scelta” aveva detto appena arrivato a Padova, l’anno scorso. Andò male la sua esperienza in biancoscudato, ma sono bastati pochi mesi per ritrovare serenità, presenze e… gol. Andrea Tabanelli dopo tre anni di infortuni e delusioni, è tornato al top della condizione. Anzi, meglio dire, ci è arrivato. In forma come mai prima, goleador inaspettato, si racconta ai microfoni di GianlucaDiMarzio.com: “Il mio record in carriera era stato di tre gol in un anno, non ero uno che si faceva vedere con frequenza nell’area avversaria. Con Liverani, infatti, abbiamo lavorato principalmente su questo aspetto. Giunto nel Salento a gennaio 2018, Tabanelli non è riuscito a lasciare il segno nella scalata dei giallorossi verso la Serie B: Non ero ancora in forma, in più mi serviva un po’ di tempo per entrare nei meccanismi della squadra. Conquistata la promozione, mi sono detto che dovevo darmi da fare in vista di questa stagione. Ho praticamente rinunciato alle vacanze, allenandomi da solo per arrivare in forma in ritiro. E adesso…”. Sorridente e sempre allegro, il Taba si sta prendendo la scena. Il suo Lecce vola, lui è uno dei protagonisti di questa Serie B. Contro ogni pronostico e con la voglia di tornare in Serie A, magari per giocare in quello stadio che sognava da bambino: “Sono interista da sempre, guardavo Ronaldo e restavo a bocca aperta. E chissà che un giorno, pure per me, non arrivi il momento di salire quei gradini che portano al prato di San Siro…”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy