Ex Padova, Cutolo e l’invenzione di un gol capolavoro

Molti tifosi padovani si ricorderanno di quel gol pazzesco al Bentegodi contro l’Hellas Verona: un sinistro a giro imparabile ed esultanza polemica. Era l’autunno del 2011 e Aniello Cutolo era appena arrivato in casa biancoscudata: ci giocherà per due stagioni, realizzando 23 reti. Poi una girandola di squadre sempre in B (Pescara, Livorno, Entella) per poi scendere di categoria, prima alla Juve Stabia e infine all’Arezzo, ora sotto la guida di mister Dal Canto, come a Padova. Nel weekend una sua prodezza salva la sua squadra dalla sconfitta interna contro l’Alessandria: ospiti avanti con De Luca, Arezzo in dieci per l’espulsione di Pelagatti, ma al 95′ arriva l’exploit del suo estro: tiro imprendibile da fuori area all’incrocio e palla in rete. Un colpo di classe arrivato al momento giusto, un gol capolavoro decisivo: non è il primo in maglia amaranto, ma certamente tra i migliori nel repertorio artistico di questa Serie C.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy