Italian Coffee Petrarca, Marchese “sciopera” e vuole la cessione

L’Italian Coffee Petrarca si avvicina al debutto casalingo in campionato (sabato alle 14.30 contro i sardi dell’Ossi San Bartolomeo) con un caso spinoso da risolvere. Niccolò Marchese, classe ’98, unico “superstite” della scorsa stagione, ha rifiutato la convocazione a Villorba nell’ultimo match (martedì scorso) di Coppa Italia. Una scelta improvvisa che ha messo in grossa difficoltà il club padovano (che, da regolamento, deve avere in distinta almeno due giocatori “under”). Martedì la società, appresa la decisione del giovane giocatore, ha quindi dovuto convocare d’urgenza l’under Mastrogiovanni, per arrivare alla quota richiesta (l’altro giovane presente a Villorba era Zandonà) ed evitare pesanti sanzioni. Uno strappo clamoroso quello di Marchese, che sembra voler accelerare la cessione: per lui si è scatenata un’asta (l’ultima offerta è di ventimila euro). Sulle sue tracce ci sono Miti Vicinalis, Mestre e Vicenza in serie B e l’ambizioso Perarolo Vigontina in C2. La società, all’apertura del mercato di dicemvre, potrebbe però bloccare la partenza del talentuoso pivot dopo quanto successo. Nei piani dell’allenatore Luca Giampaolo, che non ha mai nascosto la grande stima per Marchese, il ventenne padovano avrebbe dovuto essere il vice-Cividini: troppo poco, a quanto pare, per le sue aspettative.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy