Nuovo stadio, le cinque fasi nel dettaglio e le possibili criticità

Il percorso che porta alla realizzazione del sogno di tutti i tifosi padovani, ovvero un nuovo stadio, che possa dare un valore aggiunto alle partite casalinghe dei biancoscudati, moderno e funzionale, è ancora lungo e con qualche ostacolo da dribblare. A dicembre sapremo con certezza se questo percorso inizierà, intanto ci sono comunque ottime basi: un progetto già studiato nei dettagli e, cosa non da poco, il pieno sostegno dell’amministrazione comunale. E’ importante sottolineare che durante la fase di progettazione di tutto il comparto, il Calcio Padova continuerà a disputare le partite, potranno inoltre essere organizzati eventi e concerti e gli uffici del Coni e dell’Assessorato continueranno a svolgere le proprie attività. In seguito, come si vede nelle due foto qui sopra, la costruzione del nuovo stadio leggermente più a nord rispetto all’attuale posizione permette di mantenere attivo lo stadio Euganeo (le partite di campionato potranno essere giocate in sicurezza).
A questo punto quali possono essere le problematiche che inevitabilmente emergeranno nella realizzazione di un progetto così ampio? Dando per scontata la copertura finanziaria di circa 70 milioni (diversi investitori saranno coinvolti, dal gruppo di Oughourlian a istituti di credito, passando per imprenditori locali e nazionali), c’è per esempio da ridisegnare completamente una nuova viabilità nella zona coinvolta (Padova Ovest) e studiare il sistema idrogeologico (il lago artificiale di circa 5.000 metri quadrati adiacente allo stadio, non può essere eliminato, ma andrebbe ricreato e allargato). Esistono quindi tanti aspetti da tenere in considerazione, aldilà di quelli puramente economici. Ma ci sono tutti i presupposti, con la collaborazione dell’intera città, per portare a termine questo nuovo polo sportivo. In fondo, come ha detto il presidente Roberto Bonetto, perchè una città come Padova non dovrebbe riuscirci? Frosinone sarà un modello a cui ispirarsi.

Ascolta la conferenza stampa integrale di Diego Bonavina e Roberto Bonetto sul progetto del nuovo stadio.

Ecco il concept, lo stadio non si chiamerà più Euganeo ma…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy