Padova, torna a parlare Bisoli: “Ci sono giocatori che sanno trasformare le pressioni in energia positiva, altri no. Tabanelli tra i pochi che…”

Pierpaolo Bisoli è tornato a parlare dopo l’esonero bis a Padova. Sulle colonne de L’Arena di Verona ha parlato solo marginalmente dei biancoscudati: “Vincere non è mai semplice in certe piazze. Più facile essere ora nei panni del Lecce che del Verona. Più facile andare in Serie A per il mio primo Cesena che veniva dalla C1 rispetto al secondo quando le aspettative erano tante. Coi giocatori a convivere con tante pressioni, perché ci sono quelli che sanno trasformarle in energia positiva e quelli che invece le subiscono. Come quelli che fanno faville, che ne so al Genoa, ma poi vanno alla Juve e non rendono. Come a Padova quando pur abbiamo dominato la Lega Pro, dove un pareggio era sempre una mezza sconfitta”. Sui giocatori in luce quest’anno: “Mi piace molto Zaccagni, mi è sempre piaciuto. Uno davvero di grande spessore. Al di là dei goleador ci sono pochi in B che possono incidere come lui. Ci metto anche Mancosu e Tabanelli del Lecce, gente che la gara sa spaccarla alla grande”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy