Parma, capitan Lucarelli protesta: “Non permetto a nessuno di infangarci. Ecco cosa penso su Palermo e Venezia”

Intervenuto a margine della sua visita di oggi, Alessandro Lucarelli ha parlato a Sky Sport direttamente dal ritiro della squadra di D’Aversa, a Prato allo Stelvio, sul caos attorno al Parma, in piena bufera per i messaggini di Calaiò (che vi abbiamo mostro qui) : “A differenza delle notizie che arrivano da fuori – spiega – noi siamo tranquilli su questa vicenda. Siamo con la coscienza pulita, sia come squadra che come società. Affrontiamo il processo perché siamo stati chiamati in causa, ma quello che sta succedendo ha quasi del ridicolo. La promozione l’abbiamo conquistata sul campo: è brutto dover ripensare a cose non vere, che danneggiano la nostra immagine. Non permetto a nessuno di infangare quello che abbiamo conquistato”. Palermo e Venezia sperano di essere ripescate? Stanno cavalcando l’onda, facendo ogni giorno dichiarazioni sui giornali. Se volevano la promozione dovevano conquistarla sul campo come abbiamo fatto noi. Sono convinto che la giustizia ci darà ragione, anche se a prescindere la nostra promozione verrà macchiata”. Il mio futuro? Un’offerta è arrivata, da mio fratello a Livorno. Solo da un familiare poteva arrivare un’offerta per me… L’ho ringraziato ma per forza di cose ho dovuto rifiutare”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy