Rivoluzione doveva essere e così è stato. Il punto sul gennaio più caldo degli ultimi anni

“Faremo di tutto per salvare il Padova” aveva detto Roberto Bonetto a ridosso delle feste natalizie. Il presidente biancoscudato è stato di parola, la rivoluzione di gennaio è in atto: sono arrivati già ben sei calciatori, e altri sono in procinto di firmare con il Padova. Agli ordini di mister Bisoli, per il girone di ritorno, ci sarà una squadra profondamente rinnovata, con interpreti che nel curriculum hanno tante battaglie e che possono garantire affidabilità ed esperienza in sitauzioni difficili. L’attuale ultimo posto in classifica va cancellato al più presto, ci proveranno i vari Minelli, Andelkovic, Morganella, Cherubin, Calvano, Mbakogu… Ma non è finita qui. Alla voce nuovi arrivi vanno registrati (in queste ore è attesa l’ufficialità) anche Longhi (preferito all’ultimo al “cavallo di ritorno” Renzetti) e il mediano Lollo (dall’Empoli, altro profilo di livello che per la B rappresenta davvero un lusso per qualsiasi squadra). Sempre dall’Empoli non è chiusa la trattativa per il liechtensteinese Buchel, altra pedina di assoluto valore per la categoria. L’ultimo colpo, la ciliegina sulla torta, potrebbe arrivare in attacco: la rosa di nomi si sta restringendo. C’è la seconda punta veloce Marsura, ma c’è anche il navigato bomber Montalto.
In uscita sono prossimi a lasciare Padova Chinellato (Gubbio), Contessa (Feralpi Salò), Vogliacco (Pordenone) e Minesso (Pisa). Per Sarno il Catania tornerà all’assalto, l’accordo si può trovare. Situazione immobile per ora per Della Rocca e Guidone. E chi se lo ricorda un gennaio così caldo?

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy